Educare il Cane - Come far avvicinare cane e gatto - Pet Shop Store

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Educare il Cane - Come far avvicinare cane e gatto

Da una domanda di un nostro utente la risposta dell'educatrice Giusy:

 

Domanda del 30/07/2013

Buon pomeriggio,
chiedo gentilmente il vostro supporto in merito alle tecniche di integrazione per un cane in una casa già abitata da un gatto. Il cane si chiama Maya, è un golden retriever di 2 mesi e arriverà nella nostra famiglia a metà agosto.

Al suo arrivo a casa ci sarà anche il nostro gatto di 7 anni maschio castrato ad attenderla..a questo proposito vi chiedo un aiuto. Quale può essere il modo migliore per farli conoscere? Noi abbiamo una casa su due livelli e pensavamo di lasciare al gatto in esclusiva le stanze superiori ( cibo lettiera giochi ) così che abbia un posto tranquillo dove rifugiarsi ed evitare a Maya di fare le scale ( ho sentito che i golden non devono essere sottoposti a sforzi articolari nei primi mesi di vita).

Per quando riguarda l'avvicinamento fisico..è meglio lasciarli insieme in una stanza controllandoli a vista? Separarli in due stanze diverse i primi giorni? Non vorremmo che il cane venisse ferito o che il gatto possa restare scioccato.

Grazie per i vostri consigli!!!
Saluti
Francesca

Come far avvicinare cane e gatto. Il rapporto fra cane e gatto.

La risposta dell'educatrice

Ciao Francesca,
grazie per aver richiesto la nostra consulenza.

Io mi sono trovata a dover affrontare il tuo stesso problema pochi mesi fa, quando è arrivata a casa una meravigliosa cucciolotta Border Collie di 2 mesi e 1/2 di nome Maya... anche la mia cucciola si chiama così ;o).

Ti riporto quindi la mia esperienza, che ha avuto esito positivo dopo circa 1 mese, sperando che sia utile anche a te.

Premetto che ho una micia di 14 anni che si chiama Margot.

Circa una settimana prima dell'arrivo della cagnetta, ho sistemato la micia al piano superiore, (ho anch'io una casa su due livelli) con le sue ciotoline e la lettiera, in modo che potesse avere un posto tranquillo dove rifugiarsi in caso di bisogno. Ho diviso l'accesso al piano in cima alle scale con uno di quei cancelletti che si utilizzano anche per i bambini piccoli, in questo modo la micia era libera di salire o scendere quando voleva.

Il giorno prima dell'arrivo di Maya ho preso una precauzione: ho dato una spuntatina alle unghie di Margot, per evitare che la graffiasse (se non hai mai spuntato le unghie al gatto, per evitare di fargli male, è meglio se lo lasci fare a qualcuno che sappia come fare, oppure puoi chiedere al veterinario di fartelo vedere).

Quando Maya è arrivata a casa l'ho presa in braccio e l'ho avvicinata a Margot per fargliela vedere. Poi l'ho lasciata libera e, come immaginavo, Margot è andata al piano superiore. Nei giorni successivi la micia non scendeva mai, al massimo si fermava sulle scale per osservare la situazione dall'alto. Ho preso due stracci e li ho messi nelle rispettive cucce, per farli impregnare di odore. Ogni tanto prendevo lo straccio dalla cuccia di Maya e lo portavo sotto il muso di Margot (e viceversa) per far sentire gli odori ad entrambe, poi li rimettevo a posto (i cani e i gatti hanno un olfatto molto sviluppato e fargli sentire gli odori aiuta molto in questi casi).

Dopo pochi giorni Margot ha iniziato a scendere le scale e quando Maya le si avvicinava curiosa io ero lì pronta a tenerla se la situazione degenerava, ma di solito la scenetta si concludeva con Margot che usciva in giardino o tornava al piano di sopra. Dopo una settimana ho iniziato a prendere in braccio la micia e a portarla vicino a Maya solo per qualche secondo, e se il cane si avvicinava troppo le dicevo 'seduta', per invitarla a calmarsi e a non andarle troppo vicino saltellando. Poi la micia ha iniziato a scendere al piano inferiore e a cercare i posti in alto più sicuri dove non potesse arrivare il cane.

Con il tempo si è resa conto che Maya non rappresentava un pericolo per lei, e la sua presenza al piano di sotto si è fatta via via più lunga. Un bel giorno, dopo circa 3 settimane, vedo comparire Margot in cucina mentre preparo la sua ciotolina con la pappa e Maya era proprio vicino a lei!! Da quel momento hanno fatto tutto da sole, riescono a comunicare perfettamente tra loro e non si sono mai fatte del male. Se la cagnetta si avvicina troppo alla micia lei alza la sua zampetta (senza tirare fuori gli artigli), al massimo fa un 'miao' e la rimette in riga.

Da circa un mese (dopo 5 mesi di convivenza) è successa una cosa inaspettata: Margot ha iniziato a dormire nella cuccia di Maya e quindi la mattina al mio risveglio le trovo nella stessa stanza, una nella cuccia e l'altra sul divano, ed è uno spettacolo bellissimo!

Questa è la mia esperienza, ho impiegato circa un mese per avere in casa una situazione di 'normalità', c'è da dire però che sia la micia sia la cagnetta sono entrambe molto tranquille, quindi il discorso è soggettivo e di tempo potrebbe servirne di più.

Ti consiglio di armarti di tanta pazienza, di far sentire ad entrambi i rispettivi odori con il sistema degli stracci e di non forzare mai la situazione, vedrai che poi un bel giorno si sbloccherà qualcosa e inizieranno a comunicare a modo loro.

Se la cucciola è molto esuberante (cosa molto probabile nei cuccioli) ti consiglio di essere sempre presente quando si incontrano e di invitarla a sedersi a comando (con le crocchette come premio sempre a portata di mano) oppure di distrarla con dei giochini così eviti che la cucciola saltelli troppo vicino al gatto... e i felini, si sa, non amano molto gli atteggiamenti esuberanti dei cani.

Mi farebbe piacere avere tuoi aggiornamenti durante la fase di avvicinamento e se hai bisogno di altri consigli scrivimi pure, sono a completa disposizione.

Se vuoi essere informata delle novità del nostro sito puoi iscriverti senza alcun impegno alla newsletter, tra pochissimo l'e-commerce sarà attivo con tantissime offerte.

 

Grazie ancora per la tua richiesta,
ciao
Giusy

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Risposta dell'utente del 19/08/2013

Cara Giusy

Le cose procedono alla grande i tuoi consigli sono stati utilissimi!!il nostro gattone osserva la cucciola a distanza senza neanche battere ciglio. .ne graffi ne coda gonfia! !scappa al piano di sopra solo quando maya abbaia! Diciamo che la ignora..il che è già un grande successo! Ti allego una foto dell incontro che rende l idea!

Ora cercheremo di abituare maya a stare da sola progressivamente perché aimè a settembre si torna al lavoro! !

Grazie ancora un salutone

Francesca

 

integrazione cane e gatto

integrazione cane e gatto