Adottare un cane, istruzioni per l’uso

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Adottare un cane, istruzioni per l’uso

Adottare un cane, istruzioni per l’uso

 (0)    0

  Articoli sul mondo del cane - Abbigliamento Accessori Giochi Igiene

Adottare un cane, istruzioni per l’uso

Adottare Un Cane, Istruzioni Per L’uso

Adottare un cane apre le porte ad un'esperienza unica e indimenticabile, ma prima di lanciarsi in questa straordinaria avventura è necessario essere consapevoli delle grandi responsabilità che essa comporta.

Un cane può vivere anche 15-18 anni e per tutta la durata della sua vita ha bisogno di cure quotidiane e continue.

Saprà dare tantissimo affetto, ma ha bisogno a sua volta di riceverlo

Se pur sapendo tutto questo si è disposti a prenderlo ecco allora cosa c'è da sapere per scegliere l'amico a 4 zampe più adatto alla propria situazione e come accoglierlo in famiglia.

 

Taglia e razza come orientarsi

I cani possono essere molto diversi tra loro. Ci sono cani di piccola taglia che pesano solo pochi chili, e cani enormi e pesanti quanto una persona adulta.

É chiaro che due animali così diversi avranno esigenze differenti.

Prima di scegliere un amico a 4 zampe occorre tenere conto di tre elementi: cosa ci si aspetta dal cane, quali spazi si hanno a disposizione, chi dovrà interagire con il cane.

Cosa ci si aspetta dal cane

Non tutti adottano un cane con lo stesso obiettivo. Alcuni prendono il cane perché sia una compagnia, altri scelgono un animale che possa ad esempio accompagnarli a caccia o da tenere a guardia della casa.

Per specifiche esigenze ci sono delle razze più indicate di altre. Per andare a caccia ad esempio ha senso scegliere un segugio, un bracco, o un beagle oppure per avere un cane guardiano è preferibile un mastino, un doberman, un rottweiler.

Per chi vuole soltanto un buon amico ogni cane sarà perfetto.

Spazi a disposizione

Lo spazio che si può concedere al cane determina la scelta della sua taglia.

L'ideale per tutti i cani (compresi i più piccoli) è avere uno spazio all'aria aperta in cui permettergli di giocare, correre e saltare.

Purtroppo non sempre si ha un giardino a disposizione e non per questo si vuole rinunciare ad avere un amico a 4 zampe.

Se il cane deve stare in casa può essere al massimo di taglia media.

Una cane molto grande sarebbe infatti troppo limitato dagli spazi domestici e la sola passeggiatina con i padroni reprimerebbe in maniera eccessiva il suo bisogno di movimento.

Un cane di taglia piccola o media può stare bene in casa, ma bisogna ricordare che soprattutto in giovane età ha bisogno di giocare all'aria aperta e quindi deve essere portato periodicamente a spasso.

Chi dovrà gestire il cane e attenzione ai bambini

Quando si prende un cane è fondamentale capire fin da subito chi avrà il compito di accudirlo e in ogni caso chi potrà entrare in contatto con lui.

Il cane deve poter essere gestito da chi ha il compito di accudirlo. Se si ha intenzione di affidare il compito di portare giù il cane a bambini e adolescenti il cane deve avere una taglia piccola in modo da poter essere trattenuto al guinzaglio anche dai più giovani.

Particolare attenzione alla scelta deve essere prestata in quelle case dove vivono o sono spesso presenti bambini.

I più piccoli possono mettere in atto comportamenti a cui il cane può reagire in maniera imprevedibile. Scegliere un cane piccolo e mansueto in questi casi è indispensabile.

 

Come adottare un cane e cosa fare quando arriva a casa

Dove prendere un cane

Salvo il caso in cui il cane deve soddisfare specifiche esigenze tutti i cani sanno dare affetto e possono essere ottimi compagni di vita.

Comprare il cane ovviamente è una scelta possibile e lecita, ma poco conveniente per ragioni economiche.

Per chi ama gli animali a prescindere dal loro pedigree la scelta migliore e più etica è quella di adottare un cane che cerca famiglia e ancora non l'ha trovata.

I modi per incontrare questa opportunità possono essere vari: una situazione fortuita può portare all'incontro con qualche trovatello oppure si può far sapere ad amici e parenti che si è alla ricerca di un amico a 4 zampe chiedendo di essere avvisati nel caso conoscano un cagnolino che cerca famiglia o ancora ci sono i canili e diversi siti italiani di adozione.

 

Arriva il cagnolino cosa fare

I primi passi da fare non sono sempre uguali

C'è differenza tra un cane che si trova per strada e si decide di adottare e un cane che già era curato da qualcuno e poi viene adottato.

In ogni caso il nuovo arrivato deve essere portato da un veterinario di fiducia per una prima visita.

Il dottore darà un parere sulle sue condizioni di salute e le indicazioni necessarie sui comportamenti da adottare verso l'animale.

 

Quanto è importante attenersi alle istruzioni del veterinario.

Ascoltare i suggerimenti del dottore è fondamentale.

Soprattutto per chi adotta un cane per la prima volta commettere errori è molto semplice e poi rimediare può essere faticoso.

Quando si adotta un cucciolo si tende a viziarlo incuranti del fatto che di lì a qualche mese il piccolo potrebbe essere molto più grande e se prima era materialmente possibile (anche se antigienico!) tenerlo sul letto da grande non sarà la stessa cosa.

Infine per cani che cresceranno molto si può valutare fin da subito l'ipotesi di inserirli in un percorso di educazione o addestramento.

I cani hanno energia, vitalità e in alcuni casi una gran forza fisica. Tenerli vuol dire essere pronti a una loro gestione responsabile.

 (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha