Bassotto con accrescimento disomogeneo delle zampe

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Bassotto con accrescimento disomogeneo delle zampe

Bassotto con accrescimento disomogeneo delle zampe

 (0)    0

  Cane Veterinario

Bassotto con accrescimento disomogeneo delle zampe

Bassotto Con Accrescimento Disomogeneo Delle Zampe

Bungiorno dottore,

ho un bassotto di 10 mesi con le zampe anteriori storte verso l'esterno, dalle radiografie risulta che una delle ossa (il radio mi pare) ha smesso di crescere mentre l'altra no causando una spinta verso l'esterno ed una curvatura della stessa. Hanno consigliato due possibili alternative, la prima è di tagliare l'osso piccolo e sperare che l'osso curvo torni al 40% dritto, la seconda opzione parla di intervenire su entrambe le ossa tagliando la più corta e la lunga inserendo una placca o un tutore su quest'ultima.

Lei cosa ne pensa?

La prima opzione potrebbe non avere successo e quindi porterebbe ad una seconda operazione sulla stessa zampa, mi conviene direttamente la seconda opzione anche se più invasiva?

 

Risposta

Gentile Sig.ra ***

Penso che il problema del suo cane si una prematura chiusura della linea di accrescimento dell’ulna (uno dei due ossi del braccio). La conseguenza di questa patologie è che, mentre l’ulna non si allunga più il radio continua a crescere. Il risultato è una deviazione più o meno marcata delle rampe anteriori. I tipi di intervento possibili sono raggruppabili in due categorie : trattamenti “dinamici” e interventi di correzione definitivi. Nel primo caso gli interventi più comuni sono due : possiamo procedere a bloccare temporaneamente l’accrescimento del radio con una graffa oppure tagliare una sezione di alcuni centimetri dell’ulna . Il risultato è che possiamo sperare in un riallineamento dei due segmenti ossei e conseguente scomparsa della curvatura.

Questi interventi possono essere efficaci, ma devono essere fatti nelle fasi di crescita dell’osso. In linea di massima (ma dipende dal cane) fino ai 6-7 mesi. Successivamente si può solo intervenire sezionando entrambe le ossa e fissandole in una posizione corretta.

Esistono diverse metodiche che dipendono dal grado del problema e da altre considerazioni. Fermo restando che la decisione finale su quale sia il tipo di approccio migliore spetta al medico che ha in cura il cane , personalmente a 10 mesi la possibilità che si risolva con la semplice sezione dell’ulna sono scarse. Io consiglierei un intervento più radicale.

Cordiali saluti

 (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha