Cistite Del Gatto

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Cistite Del Gatto

Cistite Del Gatto

 (0)    2

  Gatto Veterinario

Cistite del gatto

Cistite del gatto

La mia gatta di 13 anni ha la cistite da giorni. Il veterinario ha fatto antibiotico e adesso andiamo avanti con la cura omeopatica! Mangia solo Cibo specifico però fa ancora macchie marroni come mai?

Grazie

 

Risposta

Gentile Sig.ra ***

Le patologie delle basse vie urinarie nei gatti sono un problema sia diagnostico che , soprattutto, terapeutico. Per prima cosa va definita la causa. Solo una piccola percentuale di cistiti (circa il 3%) sono di natura batterica. Per questo motivo prima di fare un trattamento antibiotico è bene fare una coltura delle urine. Solo se la cultura e positiva si procede con l'antibiotico altrimenti no. Inoltre i batteri coinvolti sono generalmente molto resistenti agli antibiotici per cui è necessario un antibiogramma per scegliere l'antibiotico migliore. Le forme batteriche sono più frequenti nei gatti giovani e dipendono spesso da malformazioni vescicali. Se non si trovano batteri bisogna verificare la presenza di calcoli o di altre patologie vescicali (tumori, polipi ecc...). Per questo è bene eseguire una ecografia. Se non troviamo batteri o altre possibili cause , rientriamo nel campo delle c.d. cistiti idiopatica felina.

Purtroppo circa il 60 % delle cistiti rientra in questa categoria. Tipicamente interessa i gatti anziani, sovrappeso e con scarse sollecitazioni ambientali. Le cause non sono ancora del tutto chiarite, ma un ruolo importante lo riveste lo stress. Lo stress può derivare da molteplici fattori (scarsi stimoli ambientali, altri gatti in casa, modifiche dell'ambiente in cui vive il gatto ecc...) Le cistiti idiopatiche sono caratterizzate da improvvisa presenza di sangue nelle urine accompagnata da bruciore vescicale , tendenza ad urinare spesso, fuori dalla lettiera spesso con dolore. La diagnosi di cistite idiopatiche si può fare , con certezza, solo con una endoscopia e un esame istologico.

Tutte le forme sono tendenti alla recidiva, soprattutto le forme idiopatiche quindi va predisposta sia una terapia acuta che un mantenimento nel tempo. Nel caso delle forme idiopatiche poi è fondamentale rimuovere ogni possibile causa di stress per il gatto, aumentare gli stimoli ambientali (giochi ecc..) e, se sovrappeso , farlo assolutamente dimagrire. L'alimentazione svolge un ruolo importante. esistono diversi tipi di dieta specifici per i vari possibili problemi

Come vede si tratta di una situazione complessa (anche più di quello che ho scritto avendo trattato l'argomento solo nei suoi punti salienti). Per questo non saprei dire perché il problema persista. Le consiglio, se non è già stato fatto , di approfondire (analisi urine, coltura, ecografia ecc...)

Cordiali saluti

 (0)    2

  •  Commenti ( 2 )
Fabio
 Fabio
Probabilmente il problema non è stato ben definito e l'antibiotico non ha risolto il problema. In questi casi è necessario approfondire per capire , come le dicevo prima, meglio quale sia il problema Cordiali saluti
Antony
 Antony
Le analisi le abbiamo fatte e C ha un po si sabbiolina! Ha già fatto 5 punture di antibiotico e ora continua con i farmaci idiopAtici ed uno che si chiama cystophan X 60 giorni ci ha detto! Mangia solo cibo della hills urinary. Dopo le prime cinque punture sembrava non avere più problemi ma ora invece fa ancora macchie scure ogni tanto
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha