Come affrontare il problema del prurito del cane, esempio pratico

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Come affrontare il problema del prurito del cane, esempio pratico

Come affrontare il problema del prurito del cane, esempio pratico

 (1)    0

  Cane Veterinario

Come affrontare il problema del prurito del cane, esempio pratico

Come Affrontare Il Problema Del Prurito Del Cane, Esempio Pratico

Buonasera ho un pincher di 16 mesi aveva la forfora e perdeva il pelo l'ho portato da diversi veterinari e gli hanno tolto il pollo. Mi hanno dato diverse marche di crocchette ed ora mangia Trainer fitness3 trainer cavallo e patate. Sembrava risolto ma ora siamo da punto a capo, sotto le ascelle manca il pelo ed é pieno di forfora. Quando provo a controllarlo dove ha il prurito mi ringhia e mi morde

La prego mi dia qualche consiglio, cosa posso fare? Mi può consigliare uno shampoo per il lavaggio e le crocchette vanno bene?

Cosa mi consiglia?

Ringraziandola sin d ora le porgo i piú cordiali saluti

 

Risposta

Gentile Sig.ra ***

Per capire il problema è necessario escludere (o confermare) tutta una serie di possibili cause. In generale il primo approccio ad un cane con prurito, perdita di pelo e forfora è escludere la presenza di acari (rogna) e pulci. Per le pulci bisogna valutare bene che tipo di antiparassitario si utilizza e cercare tracce della presenza del parassita sulla pelle. Per gli acari è necessario ricorrere ad un raschiato cutaneo.

Vanno escluse anche infezioni batteriche e/o micotiche (per questo si può fare un tampone della pelle)

Se non troviamo nulla il passo successivo è valutare eventuali problemi alimentari. In questi casi si utilizzano diete a base di idrolisati oppure le c.d. diete monoproteiche. Nel suo caso le è stata suggerita una dieta monoproteica.

Per valutare l’efficacia della dieta è fondamentale che il cane non mangi nient'altro. Basta infatti un pezzo piccolissimo dell’alimento a cui è allergico per far tornare prurito e forfora per 2-3 settimane. Se. nel giro di 3-4 settimane, il prurito passa e la pelle torna normale dobbiamo o continuare con la stessa dieta (sempre senza aggiungere altro) oppure provare ad aggiungere gli alimenti freschi uno ad uno e verificare se il prurito torna (per es. alla dieta aggiungiamo un po’ di pollo e se è quella la causa il cane torna a grattarsi in tempi molto brevi).

Nell’attesa di verificare l’efficacia della dieta si possono utilizzare farmaci antipruriginosi (per es. a base di oclacitinib) , shampoo (la scelta dipende dalla situazione , si possono usare shampoo a base di clorexydina se c’è infezione o malassezia, shampoo antiseborroici o decongestionanti), prodotti a base di PEA (un integratore naturale che ha un buon effetto antinfiammatorio e antipruriginoso), integratori per la pelle (per es. biotina, zinco ecc...) e antibiotici /antimicotici (in caso di funghi o infezioni batteriche) Se la dieta non funziona rimane da valutare altre possibili cause di allergia (questo si può fare attraverso i test allergici). Ultimo ma non meno importante, se il cane vive in una zona endemica per la leishmaniosi consiglio anche un test del sangue e una elettroforesi delle proteine ematiche.

Il mio consiglio è di contattare un collega dermatologo che sarà in grado di valutare bene il cane e procedere alle varie prove e ricerche

Cordiali saluti

 (1)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha