06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Gatto caduto dal terzo piano, quali controlli fare?

Gatto caduto dal terzo piano, quali controlli fare?

 (1)    2

  Gatto Veterinario

Salve, la mia gattina Sissi, di 7 mesi ieri pomeriggio alle 17,00 è caduta dal terzo piano. Immediatamente (10 minuti dopo) l'abbiamo portato in un pronto soccorso veterinario, zoppicava leggermente, ma ho preferito fare in fretta lo stesso e portarla.

Gli hanno fatto una ecografia totale e hanno detto che non hanno visto nulla di grave. Soltanto un piccolo segno o ematoma non ho ben capito, alla vescica, che al momento della caduta pare fosse vuota, così ci hanno detto di stare tranquilli che non sembrava neanche fosse caduta, che non aveva ossa rotte perché al tatto non si lamentava, intanto però zoppica, che probabilmente avrebbe fatto solo un po' di urina rossa e che doveva rimanere digiuna per ieri sera.

Ma quando possiamo essere certi che non ha avuto conseguenze gravissime?

La semplice ecografia e la manipolazione è sufficiente per capire se è grave o meno?

Dobbiamo ripetere il controllo ecografico a qualche giorno di distanza?

Ieri sera si è distesa su un tappeto, gli hanno fatto un antidolorifico, zoppica un po, e si è leccata dappertutto per 1 ora.

Quando possiamo avere la certezza che è fuori pericolo?

Grazie e scusate la mia paranoia...

Loredana

Risposta del Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario

Gentile Sig.ra Loredana

Generalmente per quanto riguarda i traumi la cosa da fare è una visita accurata una radiografia toracica e una ecografia addominale.

Tutto questo per capire se sono presenti lesioni, emorragie e quant'altro. Generalmente ci prendiamo minimo 48 di prognosi riservata perché alcune patologie possono manifestarsi a distanza di tempo dal trauma.

Personalmente se non si evidenzi nulla al primo controllo ne consiglio un secondo dopo 48 ore (in assenza ovviamente di sintomi)

Dal momento che i colleghi hanno visto qualcosa a livello vescicale avrei rifatto un controllo dopo 24 ore (a volte le lesioni vescicali non si evidenziano subito) o prima in caso di mancanza di urinazione o di sangue nelle urine (che è spesso presente dopo un trauma nei gatti).

Se nei controlli successivi non troviamo lesioni e il gatto sta bene passate le 48 ore possiamo stare più tranquilli ma è bene monitorare il micio per una settimana per evidenziare l’eventuale comparsa di sintomi.

Riguardo la zampa se non si vedono fratture o lesioni macroscopiche è bene dare un antinfiammatorio per qualche giorno e, se la sintomatologia persiste , fare delle radiografie dell’arto.

Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario

 (1)    2

  •  Commenti ( 2 )
Fabio
 Fabio
Buonasera. Non so dirle se il miagolio che mi descrive possa essere legato al trauma. Se non è sterilizzata potrebbe essere in calore , anche se, penso, ci sia già andata in passato .Nel dubbio sarebbe bene farla vedere ad un collega. Cordiali saluti
Valeria
 Valeria
Buonasera Gentile Signore. Ho trovato la sua mail su un sito e ho deciso di chiederle pareri su una situazione. Due sere fa la mia gatta, di un annetto circa, è caduta dal tetto di casa ( che ha due piani, dal tetto al giardino sono circa 4 metri o poco più). Inizialmente , dopo l'accaduto, si è rifugiata nella sua cuccia per un po' e, quando è uscita da lì, ho notato che zoppicava leggermente, ma la zoppia è sparita nel giro di poche ore. Il giorno successivo è stata molto stanca e ho potuto notare come ritraesse subito la zampa sinistra posteriore se questa veniva toccata, ma, adesso non lo fa quasi più. Oggi ha camminato, corso, giocato normalmente, ma ciò che mi preoccupa è un'altra cosa: la sua voce è cambiata molto e i suoi miagolii sono rauchi e tendono a diventarlo sempre di più nel corso delle ore. Di cosa potrebbe trattarsi? Aspetto una sua risposta e la ringrazio per il tempo dedicato. Buonasera.
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha