CHIUSURA ESTIVA: Le spedizioni saranno sospese dalle ore 12.00 del 13 agosto.
Le spedizioni riprenderanno regolarmente a partire da martedì 25/08

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Gatto con orecchio lesionato, da cosa può dipendere?

Gatto con orecchio lesionato, da cosa può dipendere?

 (1)    5

  Gatto Veterinario

Salve, volevo sapere cosa è questa cosa che ha il mio gatto all'interno dell'orecchio. Ha iniziato a perdere un Po di pelo nell orecchio all esterno e allora ho contattato un veterinario e mi ha prescritto delle gocce tresaderm da mettere sia all interno sia all esterno.

Dopo 7 giorni non ho visto miglioramenti anzi ho visto il pelo ancora più dilatato e allora l ha controllato di nuovo visitando dentro l orecchio per vedere se c erano acari ma non c era nulla.

Sabato scorso mi ha prescritto di nuovo queste gocce da mettere solo all interno Dell orecchio e la pomata Nizoral da mettere all esterno per 7 giorni.

Oggi ho notato questa cosa rossa dentro orecchio e non capisco proprio cosa è. Cosa sarà??

Grazie molte

Risposta

Gentile Sig.ra Anna

Per me (e per tutti)  è difficile poter fare una diagnosi da una foro. Onestamente non saprei dirle con certezza la causa della lesione.

Diciamo che potrebbe essere una lesione infiammatoria, un granuloma , una lesione micotica ecc.. Potrebbe anche dipendere , paradossalmente, dai farmaci che sta mettendo.

Sarebbe bene capire quale sia stato il motivo iniziale della perdita di pelo. Se non si accompagna ad otite (a causa di acari o altro) non dovrebbe dipendere dal grattamento.

Altre alternative potrebbero essere dei funghi ( ma se il problema è solo su un orecchio difficilmente interessano in maniera simmetrica le due orecchie) oppure da patologie cutanee o otologiche da definire (potrebbe quindi essere indispensabile qualche analisi per es citologie, prelievi del pelo, raschiati cutanei ecc..)

Potrebbe anche trattarsi di una cosa innocua legata alla perdita di pelo estiva o a qualche problema nella ricrescita dei peli.

La cosa migliore e farlo ricontrollare da chi lo ha visitato o, meglio ancora, da un collega esperto in dermatologia. Se non si gratta e non ha apparenti fastidi si potrebbe provare a sospendere i farmaci e vedere che succede (ma sempre prima sentendo il collega).

Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri

Medico Veterinario

 (1)    5

  •  Commenti ( 5 )
Fabio
 Fabio
Gli acari dell’orecchio sono chiari e visibili solo con un buon ingrandimento (a occhio nudo non si vedono). Il materiale nerastro è cerume e può esserci in tanti casi diversi. Il farmaco richiede una ricetta veterinaria quindi deve rivolgersi ad un collega per la prescrizione. Con l’occasione farei un controllo più accurato delle orecchie. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Antonella
 Antonella
Grazie dottore per la risposta immediata, gli acari ci sono per due motivi - sono stati visti velocemente da un veterinario e nelle orecchie vi è un insieme di puntini nerastri . Peraltro dopo circa 2 gg da quando ho messo lo Stronghold, sono riuscita a vedere in prossimita' dell' orecchio piccolissimi animaletti sul pelo, a distanza di un cm dalla cute. Il problema forse è che non ho mai utilizzato una terapia locale per colpa della scarsa collaborazione dei gatti. Potrebbe darmi il nome di quel farmaco a base fi ivermectina che si somministra una volta a settimana? È necessario poi provvedere alla pulizia delle orecchie o basta inserire delle gocce di Otoact per la pulizia? La ringrazio, cordiali saluti. Antonella
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Antonella, non esistono chiari segni di otite parassitaria, l’unico modo per avere una diagnosi certa è vedere gli acari. Questo è possibile spesso alla semplice ispezione dell’orecchio con un otoscopio , in altri casi mediante un esame microscopico del cerume. In assenza di acari gli tessi sintomi possono dipendere da tante altri problemi (batteri, funghi, allergie, polipi ecc..) Quindi per prima cosa va fatta una diagnosi precisa. Se di acari si tratta la terapia prevede l’impiego di prodotti spot on tipo stronghold in associazione ad una terapia locale (pe res. tresaderm) . I primi per almeno 3 mesi , la terapia locale per 2-3 settimane. Esistono anche prodotti locali differenti , ne esiste uno abbastanza pratico a base di ivermectina da utilizzare con cadenza settimanale (1 volta a settimana) per 3 settimane. Il prodotto spot-on in generale è spesso sufficiente, la terapia locale ci aiuta in caso di sovra infezioni (batteriche o micotiche). Le dico che senza una diagnosi di certezza il rischio è di trattare il gatto per una patologia che non è quella con conseguente frustrazione. La terapia va estesa a tutti gli animali di casa (sia gatti che , eventualmente, cani) perché facilmente contagiabile. Se gli acari non ci sono va curata invece un’otite con farmaci che il collega deciderà in base alla situazione. Se invece nel suo caso la diagnosi è di certezza (cioè sono stati visti gli acari) le consiglio di procedere anche con la terapia locale. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Antonella
 Antonella
Buongiorno dottore, la mia gatta di 11 anni manifesta, da diverso tempo, chiari sintomi di acari alle orecchie . Da circa 7/8 i mesi uso lo Strongold plus in quanto è difficile somministrarle le gocce auricolari, ma nonostante questo non riesco a risolvere il problema. Purtroppo è stata contagiata, anche se ancora in forma più lieve, l'altra gatta di un anno alla quale somministro anche lo Stronghold. Cerco anche di fare attenzione alla pulizia di lettiere e coperte che, oltre ad essere lavate spesso tratto con AMUCHINA spray. Ho acquistato il Tresaderm, ma ancora non ho avuto la possibilità di somministrarlo. ho letto che sarebbe anche opportuno disinfettare le zampe posteriori con le quali, i gatti, grattandosi , possono trasmettere in circolo vizioso gli acari appena trattati dallo Stronghold. Ha qualche prodotto più efficace da consigliarmi o qualche suggerimento da darmi? Premetto che la gatta soffre di problemi intestinali. Mi sembra un problema irrisolvibile...... Cordiali saluti. Antonella
Anna
 Anna
Grazie mille per la risposta. Ho contattato il veterinario, mostrandogli la foto È lui è convinto che sia una lesione perché si è grattato. Mi ha detto di finire la cura che sto facendo E poi lo vuole ricontrollare. Anche lui fatica a capire questa perdita del pelo. Spero che non sia nulla di grave. Grazie. Cordiali saluti. Anna
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha