06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Iperplasia nodulare linfoide

Iperplasia nodulare linfoide

 (4)    11

  Cane Veterinario

Buonasera, ho un bisogno disperato di aiuto. Ho dovuto operare il mio cane, splenectomia.
L'istologico recita cosi: neoformazione splenica. Milza con singola lesione di 2 cm. nodulo splenico caratterizzato da dilatazione dei vasi e espansione follicolare con ampie aree di coalescenza. La popolazione linfoide è apparentemente eterogenea costituita da numerosi piccoli e medi linfociti. Adiacenti aree di eritropoiesi extramidollare.
Diagnosi iperplasia nodulare linfoide splenica ed eritropoiesi extramidollare
Dignità lesione reattiva non neoplastica splenica.

Purtroppo i veterinari si sono limitati a dirmi che non è una cosa maligna ma non sanno da cosa può dipendere. Quello che vorrei sapere è che cosa è questa iperplasia, da cosa può essere causata. Non mi do pace perché il mio cane 5 mesi fa è stato morso da un pitbull e vorrei capire se tutto questo può essere riconducibile al morso che era proprio all'altezza della milza. Facendo delle ricerche su internet in qualche modo ho trovato un nesso tra le due cose ma ho bisogno che un professionista mi dia una spiegazione scientifica se esiste. Dal giorno nel morso la mia cagnolina sta avendo problemi su problemi, anche la ferita dopo 5 mesi si è riaperta e anche qui nessuno sa darci una spiegazione. Avrei bisogno di capire. Grazie mille in anticipo.



Risposta del Veterinario Dott. Fabio Maria Aleandri

Gentile Sig. Lisa

L’iperplasia nodulare linfoide è legata ad una iperplasia della polpa bianca della milza, si tratta di una patologia benigna, come cause generalmente è conseguente ad una stimolazione cronica della milza da parte di antigeni di varia natura (per es. infezioni croniche). In questo senso potrebbe dipendere dalla ferita che, mi sembra di capire, non sia ancora guarita a distanza di mesi. I focolai di eritropoiesi extramidollare non sono rari, spesso non si associano a particolari patologie, ma possono riscontrarsi in corso di anemia emolitica o patologie proliferative midollari. Se non si associa a particolari alterazioni non richiede interventi particolari. Riguardo la ferita il fatto che non guarisca può dipendere da diversi fattori. Tra le cause più probabili la presenza nella ferita di un corpo estraneo (per es frammenti di dente, tessuti o altro) penetrati nella ferita con il morso. In qualche caso anche infezioni da germi resistenti possono impedire una corretta chiusura. Infine è possibile che si sia formata una piaga torpida. In questi casi la cicatrizzazione è difficile e quindi le consiglierei di investigare più a fondo (per es. con una radiografia e/o ecografia della parte) e far eseguire colture batteriche con antibiogramma. Se non ne viene a capo sarebbe bene una esplorazione chirurgica con curettage (in maniera da creare un tessuto cicatriziale efficace).

Cordiali saluti

 (4)    11

  •  Commenti ( 11 )
Annalisa
 Annalisa
Gentilissimo Dottore,la ringrazio moltissimo per la tempestiva risposta. Finalmente riesco ad avere un quadro completo della situazione. Perché ad oggi nessuno è stato così meticoloso,si sono limitati a darmi una crema antibiotica. Per fortuna non l'ho applicata perché temevo ci fosse qualcos'altro, così i tamponi non verranno alterati. Spero che applicazione di Betadine e clorexiderm non compromettano le culture batteriche, devo smettere anche con questi disinfettanti? Il tampone vera'fatto domani stesso. Eseguiro' tutto quello che da lei mi è stato consigliato. Approfitto della sua gentilezza per farle una domanda che mi tormenta. LA splenectomia si sarebbe potuta evitare? Mi hanno sconsigliato citologici e biopsie esplorative perché quella massa all'ecografia dava l'impressione di essere un tumore e non volevano provocare dispersione di cellule tumorali qualora lo fosse stato. Hanno sconsigliato anche la tac ed altri test per la possibilità di risultati non attendibili a causa della spiccata vascolarizzazione dell'organo. Sconsigliata anche ecografia con metodo di contrasto a causa della posizione della milza. Mi è stato detto che in caso di iperplasia la milZa Va in ogni caso tolta perché le masse tendono ad ingrandirsi e anche se piccole possono provocare la rottura della milza. Lo so che ormai la milza è andata, ma questo dubbio mi sta tormentando e vorrei una sua opinione. La ringrazio Dottore
Pagina:12
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha