La diarrea del cane: cause, rimedi e alimentazione del cane con diarrea

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

La diarrea del cane: cause, rimedi e alimentazione del cane con diarrea

La diarrea del cane: cause, rimedi e alimentazione del cane con diarrea

 (0)    0

  Articoli sul mondo del cane - Abbigliamento Accessori Giochi Igiene

La diarrea nel cane è un disturbo piuttosto comune, e può avere diverse cause. Più spesso si presenta come un episodio isolato, che può risolversi nel giro di poche ore; talvolta, invece, la diarrea rientra nella sintomatologia di un quadro clinico più serio, e può quindi costituire un campanello d'allarme. A fare la differenza sono essenzialmente due elementi: la durata del disturbo e l'eventuale associazione della diarrea ad altre manifestazioni. In tutti i casi, la diarrea del cane necessita di un'attenzione particolare e non deve mai essere sottovalutata.


fermenti lattici per cani con diarrea

La diarrea del cane: le cause

Quando il cane ha la diarrea, il suo organismo emette feci dalla scarsa consistenza e dalla quantità superiore alla norma. Ciò accade a seguito di un'alterazione dell'equilibrio della flora batterica intestinale. I batteri "buoni" che popolano l'intestino, infatti, sono responsabili di due processi: la produzione degli enzimi digestivi che promuovono l'assorbimento dell'acqua e dei principi nutritivi, e la protezione dai microrganismi che causano le infezioni. Quando questa flora batterica è insufficiente, quindi, l'intestino del tuo cane non riesce più ad assimilare correttamente ed è esposto all'insorgenza di processi infiammatori e infettivi. In tale contesto, la diarrea costituisce la risposta dell'organismo ad una situazione di squilibrio: con questa manifestazione, infatti, il fisico tenta di liberarsi delle sostanze tossiche che si sono accumulate nell'intestino e di ripristinare una condizione di normalità.

In genere, i fattori che possono danneggiare la flora batterica intestinale del tuo cane sono:

  • intolleranze alimentari. L'intestino del cane, infatti, può reagire con la diarrea quando non riesce ad assimilare uno o più alimenti;

  • cambio repentino di alimentazione. Un nuovo cibo deve essere sempre introdotto gradualmente, per evitare reazioni avverse da parte dell'organismo;

  • assunzione di una razione eccessiva di cibo, che può appesantire oltremodo l'intestino e causare difficoltà di digestione e assimilazione;

  • ingestione di cibo "extra", magari raccolto per strada. Fanno parte di questa categoria tutte le cose che un cane può ingerire nel corso di una passeggiata, come le feci di altri animali, i chiodi o i frammenti di oggetti. Attenzione anche ai giocattoli: controlla sempre che non siano composti da piccole parti che il tuo peloso potrebbe inghiottire;

  • variazioni climatiche o sbalzi di temperatura, che possono causare, ad esempio, fenomeni congestizi;

  • parassiti e vermi intestinali, frequenti soprattutto nei cuccioli;

  • avvelenamento, da piante o sostanze chimiche (come i detersivi);

  • gastroenterite emorragica, che viene segnalata dalla presenza di sangue nelle feci;

  • disturbi neurologici;

  • malattie gravi, come il cimurro.
     

La diarrea del cane può manifestarsi secondo modalità diverse: defecazioni molto frequenti, feci molli ma con frequenza normale, feci a spruzzo, feci liquide e molto frequenti. Presta attenzione, inoltre, se la diarrea sia associata ad altri tipi di sintomi, quali vomito, disidratazione, spasmi, meteorismo, gonfiore addominale, anoressia, abbattimento, febbre e perdite ematiche. La diarrea con sangue nel cane, in particolare, può manifestarsi con feci molto scure o, al contrario, di colore rosso vivo, a seconda della parte dell'intestino dove è presente il sanguinamento. Non tralasciare alcun dettaglio: per il veterinario, ogni aspetto è di fondamentale importanza per poter formulare una diagnosi corretta e, di conseguenza, agire in modo tempestivo ed efficace.


cane con diarrea

Il mio cane ha la diarrea: che fare?

Al manifestarsi delle prime scariche, allarmarsi non serve: può tranquillamente trattarsi di un problema temporaneo, destinato a rientrare nelle ore successive. Tieni a digiuno il tuo peloso per almeno 12 ore e lasciagli a disposizione una ciotola di acqua fresca e pulita. Se non beve spontaneamente, aiutalo ad assumere acqua servendoti di una siringa senza ago: soprattutto in questo frangente, l'idratazione è una misura fondamentale, perché permette al tuo cane di reintegrare i liquidi persi con la diarrea.

Il cibo deve poi essere reintrodotto gradualmente. L'alimentazione del cane con diarrea deve privilegiare alimenti leggeri come il pollo bollito e il riso, da somministrare a piccole dosi per non appesantire l'intestino. Se di solito nutri il tuo cane con alimenti industriali, dopo alcuni giorni puoi tornare alla consueta alimentazione, ma attenzione: in un primo momento, meglio evitare i cibi umidi e somministrargli solo le crocchette, almeno fino a quando la consistenza delle feci non ritorna definitivamente alla normalità.

Ottimi i fermenti lattici per cani, che riportano la flora batterica intestinale ad una condizione di equilibrio ottimale, accelerando notevolmente la guarigione. Chiedi consiglio al veterinario per scegliere il tipo di fermento più adatto al caso. Qualora lo ritenga opportuno, il veterinario potrebbe anche prescrivere un antidiarroico per cani. Puoi inoltre considerare l'eventualità di nutrire abitualmente il tuo piccolo amico con apposite crocchette integrate con prebiotici: oltre a risultare più digeribili, proteggeranno la sua funzionalità gastrointestinale e la renderanno più forte ed efficiente.

In caso di diarrea del cane, questi rimedi bastano a risolvere i casi più lievi senza ricorrere ai farmaci. Se, invece, la dissenteria del cane dovesse protrarsi, ripresentarsi con troppa frequenza o complicarsi per associazione con altri sintomi, è imperativo rivolgersi senza indugio al veterinario.


diarrea cucciolo cane

La diarrea nel cucciolo

La diarrea nel cucciolo di cane è un fenomeno da trattare con cura particolare, sia per i rischiosi effetti collaterali a cui può dare origine (disidratazione più rapida, deficit del sistema immunitario), sia perché spesso può essere la spia di gravi patologie infettive. Il cimurro, ad esempio, include nella sua sintomatologia proprio la diarrea cronica.

Le cause più frequenti di diarrea nei cuccioli sono ingestione di corpi estranei, cambi di dieta, allergie al cibo, assunzione di farmaci (soprattutto antibiotici), infezioni batteriche, gastroenterite emorragica, intossicazione da piante o sostanze chimiche, vermi e parassiti, ansia o stress emotivo. I cuccioli, si sa, sono curiosi e tendono ad adottare, per gioco o esplorazione, comportamenti a rischio: molto pericolosa, ad esempio, è la loro propensione a mangiare o leccare tutto ciò che trovano. Controlla spesso i movimenti del tuo cucciolo e non lasciare alla sua portata oggetti o prodotti nocivi che potrebbe facilmente ingerire.

Ai primi segnali di diarrea contatta immediatamente il veterinario: nel cucciolo, infatti, le difese immunitarie e il sistema digerente sono ancora molto fragili, e possono non riuscire a reagire a un qualsiasi fattore avverso, anche di lieve entità.

La diarrea nei cani può allarmare, in particolare se è il tuo primo cucciolo o se la diarrea è acuta. L'atteggiamento più corretto da adottare per aiutare il tuo cane nel migliore dei modi è di calma e lucidità assoluta: applicati i dovuti accorgimenti, contatta il veterinario e forniscigli un resoconto accurato di tutti i dettagli utili. A seconda dei casi, ti consiglierà di portarlo in ambulatorio per una visita oppure, se i sintomi non sono preoccupanti, un breve digiuno e una terapia alimentare ad hoc con cibi leggeri e integrazione di fermenti lattici. Uno degli accorgimenti più importanti? Non dare al tuo cane farmaci o antibiotici di tua iniziativa: potrebbero risultare inefficaci o peggiorare la situazione.

 (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha