Viaggiare e vacanze In Auto, Treno, Aereo O Nave Con Il Gatto

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Viaggiare e vacanze In Auto, Treno, Aereo O Nave Con Il Gatto

Viaggiare e vacanze In Auto, Treno, Aereo O Nave Con Il Gatto

 (1)    2

  Articoli sul mondo del gatto - Accessori Giochi Igiene

Viaggiare e vacanze in auto, treno, aereo o nave con il gatto

 

Viaggiare In Auto, Treno, Aereo O Nave Con Il Gatto

Per il trasporto degli animali di affezione, il Ministero della Salute ha ideato un decalogo molto preciso, che si interfaccia al Codice della Strada, alle regole IATA e a quelle messe appunto dalle diverse compagnie di navigazione o di trasporto su rotaia presenti in Italia. Per viaggiare in auto, treno, aereo o nave con il gatto, è necessario dunque seguire alcuni pochi, semplici accorgimenti volti a rispettare gli altri viaggiatori e a far sentire al tempo stesso comodo e a suo agio il tuo amico a quattro zampe.

Viaggiare in Treno con il gatto

Viaggiare in Treno con il gatto

Ormai è possibile viaggiare in treno con il gatto in tutti i convogli e scompartimenti; entrambe le compagnie italiane che si occupano di trasporto su rotaia consentono infatti di poter tenere il proprio amico animale con sé, a patto che venga tenuto nel suo trasportino nel caso in cui non sia più un cucciolo.

Trenitalia viaggiare con il gatto

Dal 1° dicembre 2008, Trenitalia ha emesso un nuovo regolamento che prevede la possibilità per tutti gli animali domestici di viaggiare gratis su qualunque tipo di convoglio, qualsiasi sia la loro taglia. I gatti devono essere alloggiati nel loro trasportino di dimensioni non superiori a 70x30x50 cm; nei treni ETR 450 il trasportino dev'essere tenuto sulle ginocchia, a condizione che sia solo uno per viaggiatore. Le condizioni valgono anche per i livelli di servizio Executive, Business, Premium e Standard come le aree lounge ed i salottini, mentre nelle carrozze bar/ristorante non è consentito il trasporto dei quattro zampe. Se si è in necessità di partire a bordo delle carrozze a cuccette, vagoni letto e vetture Excelsior, il proprietario sarà tenuto ad acquistare l'intero compartimento.

Sanzioni

Nell'eventualità in cui si venga trovati sprovvisti di titolo di viaggio richiesto per il quattro zampe, Trenitalia richiederà al proprietario il pagamento del prezzo base intero con aggiunta penalità (ad esempio in caso di viaggio in vagone letto, cuccia o vetture Excelsior); stesso discorso se il trasportino è di dimensioni massime diverse da quelle consentite. In tutti i casi di irregolarità, oltre alla sanzione pecuniaria, la compagnia prevede l'obbligo di scendere alla prima stazione resa disponibile per la fermata.

Italotreno viaggiare con il gatto

Possono viaggiare sui convogli tutti i gatti tenuti nei loro contenitori (uno per viaggiatore), da alloggiare nelle bagagliere o accanto al posto a sedere del proprietario. Gli animali che pesano meno di 6 kg viaggiano gratis, per quelli che pesano oltre, sarà necessario acquistare un biglietto della tariffa Animali. Il regolamento vige anche sui treni TGV RailEurope per viaggi in Francia.

Accorgimenti

È essere buona norma portare con sé deodoranti, paletta e spazzola per l'eventuale pulizia degli ambienti o la rimozione dei peli, oltre che il suo cibo preferito, l'acqua ed i suoi giochi.

Viaggiare in Aereo con il gatto

Viaggiare in Aereo con il gatto

Ormai quasi tutte le compagnie aeree consentono il trasporto di animali presso tutti i loro voli nazionali ed internazionali, ma non essendoci una regolamentazione unica a riguardo, è necessario informarsi di tutte le specifiche previste dalla società con cui si intende volare.

Condizioni

Solitamente, per viaggiare in aereo con il proprio gatto è necessario assicurarsi che l'animale stia in una posizione comoda all'interno di una gabbietta, che dovrà essere resistente, ben ventilata ed impermeabile per essere tenuta in cabina con sé.

Pre-avvertenze per viaggiare in aereo con il gatto

In caso di viaggio con aeromobile è soprattutto fondamentale prendersi cura delle condizioni del gatto pre-partenza; l'animale non deve infatti risultare stanco né ferito e deve essere stato alimentato con una quantità di cibo ridotta rispetto al solito, per evitare eventuali malesseri. Meglio ancora prenotare una visita dal veterinario, per accertarsi che l'animale sia nelle condizioni psico-fisiche per affrontare un viaggio in aereo, e se non sia necessaria la somministrazione di eventuali tranquillanti.

Se il viaggio prevede scali, specialmente in Paesi esteri, è necessario informarsi anche sulle regole igienico-sanitarie previste per il trattamento degli animali; gli scali possono comportare fatica e stress per l'amico a quattro zampe e rischi dovuti ad un eventuale blocco di quarantena o per controlli di tipo sanitario.

Costi

In generale, il prezzo del biglietto aereo per i gatti si aggira indicativamente intorno ai 20,00 euro per i voli nazionali, e intorno al 2% della tariffa piena per quelli internazionali.

Viaggiare in Nave con il gatto

Viaggiare in Nave con il gatto

Ogni compagnia di navigazione presenta delle regole specifiche per il trasporto degli animali d'affezione, ma in linea di massima per viaggiare in nave con il gatto, è necessario che l'animale venga alloggiato nella sua apposita cesta; alcune società ne consentono l'accesso solo presso un'area esclusivamente dedicata ai quattro zampe, in ogni caso, il proprietario è il solo ed esclusivo responsabile della sua cura.
In generale, non è consentito il trasporto dell'animale nelle aree bar e ristorante, in alcune casi anche nelle sale comuni, fatta eccezione per il ponte. Affinché il gatto possa essere tenuto in cabina con sé è necessario il pagamento di apposito biglietto e certificato medico di buona salute.

Accorgimenti

È importante accertarsi sempre, prima di partire, che il gatto non sia affaticato e non si trovi in condizioni di stress; il consiglio migliore è quello di portarlo dal veterinario e di prendere tutte le precauzioni necessarie per evitargli colpi di sole e mal di mare.

Viaggiare in Auto con il gatto

Viaggiare in Auto con il gatto

Il Codice della Strada prevede che se si è in viaggio in auto con il proprio gatto, l'animale possa essere tenuto libero, a patto però che sia alloggiato nel sedile posteriore. Se invece i quattro zampe sono più di due, essi dovranno essere accomodati in apposite gabbie o nel vano posteriore della propria auto, con divisori appropriati come le reti.

Accorgimenti

È bene ricordarsi che anche un viaggio in auto può costituire uno stress per gli amici animali, perciò è importante accertarsi, prima di partire, che il gatto sia in ottime condizioni di salute. È fondamentale poi ricordarsi che sarà necessario compiere alcune soste per permettergli di effettuare i suoi bisogni, passeggiare, sfamarsi ed abbeverarsi. Attenzione anche alla temperatura interna dell'abitacolo, specialmente in estate: le tendine antisole reperibili in tutte le aree di servizio, possono aiutare a mantenere l'animale al riparo dai colpi di sole; meglio infatti non lasciare il proprio gatto solo in auto, neanche con il finestrino abbassato, e ricordarsi inoltre di non esporlo a contatto diretto con l'aria condizionata.

Raccomandiamo infine di chiedere consiglio al veterinario, per contrastare gli eventuali disturbi da mal d'auto: un problema comune, che può colpire i gatti di tutte le razze ed età.

 (1)    2

  •  Commenti ( 2 )
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Elena Equilibria Vet è un integratore alimentare a base di melissa , valeriana , zenzero e triptofano. Melissa e valeriana hanno un blando effetto calmante. Il triptofano è un precursore della serotonina che a sua volta ha un’azione ansiolitica. In questo è simile allo Zylkene dove il triptofano deriva dalla caseina. Lo zenzero ha un effetto positivo sull’intestino , è antiemetico e aiuto nel caso di mal di macchina. Non so dirle se possa funzionare nel suo caso, ma ho paura di no. Comunque l’unico sistema è fare una prova. Il prodotto va preso per diverso tempo prima di avere un qualche effetto , almeno per 30 giorni e non ha senso utilizzarlo solo al momento del viaggio. La dose nel suo caso è di mezza compressa al giorno. Potrebbe utilizzarlo in alternativa allo Zylkene. La causa del comportamento del micio potrebbe dipendere o da mal di macchina oppure da mal di macchina associato a fobia per la macchina o da una generica forma di ansia. Il ma di macchina da solo si può contrastare con farmaci appositi ( dimenhydrinate per es. ) da concordare con il collega che lo ha in cura. In caso di fobia e ansia la cosa è più complicata e le consiglierei di contattare un collega esperto di patologie comportamentali per mettere a punto una corretta strategia Cordiali saluti
Elena
 Elena
Buongiorno Dr. Aleandri, ho avuto il Suo nominativo via chat da un operatore di Pet Shop Store. Ho un gatto di 12 anni, peso 5 Kg. circa che odia viaggiare. Inizia a miagolare una volta messo nel trasportino e termina all'arrivo, nonostante abbia provato di tutto (prodotti naturali) ed assuma quotidianamente una cps. da 75 mg, di Zilkene ed utilizzi anche il Feliway (è un pochino ansioso !!!!!). Quest'anno abbiamo deciso una vacanza con un viaggio di un'ora circa per evitare la solita 'tragedia', stavo valutando i prodotti in commercio e mi sono soffermata su EQUILIBRIA VET. Può cortesemente farmi sapere se per Lei potrebbe essermi utile e, se lo ritiene tale, indicarmi : posologia somministrazione corretta ed altri suggerimenti. Attendo fiduciosa un Suo cortese riscontro. Cordiali saluti.
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha