CORONAVIRUS: Spedizioni regolari. Possibili leggeri ritardi di 24/48 ore

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Cambio di comportamento per un cane dopo il parto, da cosa può dipendere?

Cambio di comportamento per un cane dopo il parto, da cosa può dipendere?

 (15)    11

  Cane Educazione

Gentilissimo dottore,

ho una domanda molto urgente, spero possiate rispondere in breve.

Ho una cagnolino, bastardina che il giorno 30 ha avuto 3 cuccioli. Da allora sta in una scatola con una coperta dentro del nostro garage. Ha sempre cibo ed acqua di fronte a sé, ma raramente mangia da sola; mia madre le avvicina la pentola e lei allora mangia, restando dentro la scatola con i suoi cuccioli.

Da quando è diventata mamma non lascia avvicinare nessuno, abbaia e ringhia anche a noi! Prima era una cagnolina molto affettuosa che cercava sempre coccole. Ora a malapena riusciamo ad avvicinarci per metterle del cibo. Abbaia per ogni rumore e passo estraneo. Con noi non è mai stata aggressiva.

Ieri è venuto un signore a vedere i cuccioli, lei non lo conosce ed è uscita dalla scatola, ringhiando ed abbaiando; quasi lo mordeva sulla caviglia.

Da ieri esce dalla scatola, abbandonando i piccoli, e sale le scale, viene in cucina e si mette sul divano, raggomitolata. Poi dopo pochi secondi scappa giù di nuovo e va nella scatola. E' un comportamento molto strano, che non aveva mai assunto nemmeno quando era incinta! Da sempre è abituata a stare fuori, mai in casa!

Secondo me sta cercando di dirci qualcosa ma non so cosa! Sono molto preoccupata, perché non ci lascia avvicinarci alla scatola ma allo stesso tempo lascia i piccoli per alcuni minuti, soli e al freddo, per salire le scale. AIUTATECI! ho paura che li abbandoni e stiamo facendo tutto il possibile per evitare che succeda. Cosa dobbiamo fare? Vi prego!!

Ilenia

Risposta

Gentile Sig.ra Ilenia

Dopo il parto si possono spesso sviluppare degli atteggiamenti aggressivi nei confronti delle persone, sia familiari che, soprattutto estranei. Si tratta di un comportamento istintivo volto alla protezione dei cuccioli, del tutto normale nelle cagne. Generalmente va migliorando con il proseguire della lattazione.

In alcuni casi si manifesta in maniera marcata quando l’ambiente dove si trova la cuccia con i cuccioli è ricco di fattori di disturbo, soprattutto in cagnoline ansiose e poco mature. Anche il nostro atteggiamento può peggiorare le cose, soprattutto quando cerchiamo insistentemente di avvicinarci ai cuccioli, oppure ci presentiamo ansiosi è preoccupati.

Il sistema migliore per ridurre questa situazione è posizionare la cuccia in un ambiente confortevole, caldo e molto tranquillo, avvicinandoci alla cucci in maniera molto tranquilla, graduale e rispettosa.

Nel suo caso tenere cuccioli e mamma in un garage dove c’è rumore, via vai di persone e mezzi e una temperatura non favorevole può indurre facilmente questo comportamento. Il comportamento che mi descrive (salire in casa ecc..) è sempre indicativo di disagio e nervosismo. Andrebbe spostata la cuccia e scelto un ambiente più idoneo

Un altro problema grosso è che i cuccioli non sono termo autonomi, cioè non riescono da soli a mantenere una temperatura corporea adeguata. Per questo nelle prime settimane di vita la mamma rimane quasi sempre nella cuccia per tenerli caldi. Se si allontana e l’ambiente non è caldo il rischio è l’ipotermia.

Quindi anche per questo ambienti caldi, coperte e simili e , se serve , una fonte di calore (per es. esistono delle la lampade a infrarossi specifiche).

Cordiali saluti

 (15)    11

  •  Commenti ( 11 )
Ilenia
 Ilenia
Mille grazie dottore! La cagnolina non ci fa assolutamente avvicinare ai cuccioli, ringhia e mostra i denti, quindi non c'è modo di spostare la cuccia...ma abbiamo provveduto con una lampada ad infrarossi come da Lei consigliato. I cuccioli crescono a vista d'occhio, ma come Le dicevo non ci lascia avvicinare e anche nei momenti in cui lei si allontana per fare pipì o per fare una corsa in giardino, preferiamo non toccarli per evitare che lei senta il nostro odore e poi magari li abbandoni. Per ora va tutto bene, attendiamo che aprano gli occhi e comincino a camminare, così magari lei ci farà avvicinare a loro, si spera! Grazie ancora per la sua cortese risposta. Un caro saluto, Ilenia
Pagina:12
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha