SCONTO BENVENUTO 5% codice 6JSH9SV8

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Cambio di comportamento per un cane dopo il parto, da cosa può dipendere?

Cambio di comportamento per un cane dopo il parto, da cosa può dipendere?

 (26)    28

  Cane Educazione

Gentilissimo dottore,

ho una domanda molto urgente, spero possiate rispondere in breve.

Ho una cagnolino, bastardina che il giorno 30 ha avuto 3 cuccioli. Da allora sta in una scatola con una coperta dentro del nostro garage. Ha sempre cibo ed acqua di fronte a sé, ma raramente mangia da sola; mia madre le avvicina la pentola e lei allora mangia, restando dentro la scatola con i suoi cuccioli.

Da quando è diventata mamma non lascia avvicinare nessuno, abbaia e ringhia anche a noi! Prima era una cagnolina molto affettuosa che cercava sempre coccole. Ora a malapena riusciamo ad avvicinarci per metterle del cibo. Abbaia per ogni rumore e passo estraneo. Con noi non è mai stata aggressiva.

Ieri è venuto un signore a vedere i cuccioli, lei non lo conosce ed è uscita dalla scatola, ringhiando ed abbaiando; quasi lo mordeva sulla caviglia.

Da ieri esce dalla scatola, abbandonando i piccoli, e sale le scale, viene in cucina e si mette sul divano, raggomitolata. Poi dopo pochi secondi scappa giù di nuovo e va nella scatola. E' un comportamento molto strano, che non aveva mai assunto nemmeno quando era incinta! Da sempre è abituata a stare fuori, mai in casa!

Secondo me sta cercando di dirci qualcosa ma non so cosa! Sono molto preoccupata, perché non ci lascia avvicinarci alla scatola ma allo stesso tempo lascia i piccoli per alcuni minuti, soli e al freddo, per salire le scale. AIUTATECI! ho paura che li abbandoni e stiamo facendo tutto il possibile per evitare che succeda. Cosa dobbiamo fare? Vi prego!!

Ilenia

Risposta

Gentile Sig.ra Ilenia

Dopo il parto si possono spesso sviluppare degli atteggiamenti aggressivi nei confronti delle persone, sia familiari che, soprattutto estranei. Si tratta di un comportamento istintivo volto alla protezione dei cuccioli, del tutto normale nelle cagne. Generalmente va migliorando con il proseguire della lattazione.

In alcuni casi si manifesta in maniera marcata quando l’ambiente dove si trova la cuccia con i cuccioli è ricco di fattori di disturbo, soprattutto in cagnoline ansiose e poco mature. Anche il nostro atteggiamento può peggiorare le cose, soprattutto quando cerchiamo insistentemente di avvicinarci ai cuccioli, oppure ci presentiamo ansiosi è preoccupati.

Il sistema migliore per ridurre questa situazione è posizionare la cuccia in un ambiente confortevole, caldo e molto tranquillo, avvicinandoci alla cucci in maniera molto tranquilla, graduale e rispettosa.

Nel suo caso tenere cuccioli e mamma in un garage dove c’è rumore, via vai di persone e mezzi e una temperatura non favorevole può indurre facilmente questo comportamento. Il comportamento che mi descrive (salire in casa ecc..) è sempre indicativo di disagio e nervosismo. Andrebbe spostata la cuccia e scelto un ambiente più idoneo

Un altro problema grosso è che i cuccioli non sono termo autonomi, cioè non riescono da soli a mantenere una temperatura corporea adeguata. Per questo nelle prime settimane di vita la mamma rimane quasi sempre nella cuccia per tenerli caldi. Se si allontana e l’ambiente non è caldo il rischio è l’ipotermia.

Quindi anche per questo ambienti caldi, coperte e simili e , se serve , una fonte di calore (per es. esistono delle la lampade a infrarossi specifiche).

Cordiali saluti

 (26)    28

  •  Commenti ( 28 )
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Marzia. Non è inusuale che le cagnoline possano cercare di spostare i cuccioli dopo la nascita , soprattutto se l’ambiente in cui si trova la cuccia risulta poco idoneo (per es. perché rumoroso o freddo o con un eccessivo via vai di persone) se si tratta poi di cagnoline molto attaccate a noi è possibile che tendano a portarli sul letto o comunque dove siamo noi. Quindi cerchi di organizzare la cuccia in una zona tranquilla e dove la cagnolina si senta più serena. Detto questo non possiamo escludere che ci siano dei problemi. Da quello che ho capito c’è un solo cucciolo è sicura che non ce ne siano altri e sono state fatte ecografie o radiografie pre-parto per definire il numero di cuccioli? Se non c’è latte in nessun capezzolo vuol dire che ci sono dei problemi , per sapere se il cucciolo mangia lo deve pesare tutti i giorni (deve prendere sempre peso). La mammella più gonfia delle altre potrebbe dipendere da mastite . Quindi ci sono molte incognite per questo è veramente necessario un controllo veterinario. Le strutture in generale ricevono le urgenze su appuntamento, le consiglio di contattare il collega che segue la cagnolina per una visita. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Marzia
 Marzia
Buongiorno dottore e scusi l'orario. Ho visto che diverse persone si sono trovate nella mia stessa situazione e vorrei chiederle un piccolo aiuto.La mia cagnolina ha partorito giorno 26 mattina, tutto il 26 è andato tutto bene, solo che ieri ha iniziato ad avere comportamenti strani. Si allontana dal cucciolo, viene nel mio letto e guarda il cucciolo, se lo sente piangere piange e scende oppure si attacca di più a me, devo metterla io nella cuccia vicino al cucciolo perché sennò lei va quando dice lei. Oppure ho ritroato il cucciolo ieri mattina fuori dalla cuccia e sulla coperta (per fortuna era messa sul letto perche dovevo lavare il pavimento) e lei che non lo rimetteva al suo posto, quando l'ho fatto io si è seduta sopra. Inoltre ha una mammella davvero grande hrande, come una pallina da ping pong, ma non esce latte forse perche la cucciola va nelle mammelle piu piccole. Ho davvero paura che ci sia qualche problema, che la possa far morire. Inoltre l'ho vista nervosa e scavare la cuccia, magari non va bene il nido? O magari toccando il cucciolo per sistemarlo vicino a lei o alla mammella ecc sente il mio odore e non lo vuole più? Ho davvero paura, e non so come fare perché con questo coronavirus i veterinari sono tutti chiusi
fabio
 fabio
Buongiorno, deve se possibile allargare lo spazio a disposizione per evitare il più possibile questo tipo di situazioni, facendo però attenzione a non lasciare la possibilità ai cuccioli di allontanarsi troppo dalla mamma. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Maria
 Maria
Buonasera Dott. La mia cagna di Alaskan Malamute di due anni, ha partorito da tre giorni, li allatta e mangia.. I cuccioli, in particolare uno tendono a lamentarsi, e la mamma quando si gira a volte capita che si metta su di loro e non si sposta anche se i cuccioli si lamentano.. Come posso fare?
Fabio
 Fabio
Buongiorno, può essere normale che le mamme subito dopo il parto possano comportarsi in questo modo soprattutto riguardo il non allontanarsi dai cuccioli. A volte mangiano meno. Tuttavia non si può escludere qualche problema legato al parto. Per questo motivo le consiglio di far visitare la piccola per una maggiore tranquillità. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Fede
 Fede
Ho una cagnolina di razza labrador.che ha fatto i cuccioli...il mio dilemma e' che nn sta mangiando o quasi niente...beve pochissimo e nn si allontana dai suoi cuccioli...l'abbiamo messa in una scatola in un posto tranquillo e pulito...ma nn mangia...secondo lei ci dobbiamo preoccupare?nel frattempo allatta...grazie di una sua gentile risposta
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Ilenia, vedrà che mano mano che l’istinto materno diminuisce la cagnolina tornerà ad essere socievole. Bisogna avere solo un po’ di pazienza. Cordiali saluti
Ilenia
 Ilenia
Mille grazie dottore! La cagnolina non ci fa assolutamente avvicinare ai cuccioli, ringhia e mostra i denti, quindi non c'è modo di spostare la cuccia...ma abbiamo provveduto con una lampada ad infrarossi come da Lei consigliato. I cuccioli crescono a vista d'occhio, ma come Le dicevo non ci lascia avvicinare e anche nei momenti in cui lei si allontana per fare pipì o per fare una corsa in giardino, preferiamo non toccarli per evitare che lei senta il nostro odore e poi magari li abbandoni. Per ora va tutto bene, attendiamo che aprano gli occhi e comincino a camminare, così magari lei ci farà avvicinare a loro, si spera! Grazie ancora per la sua cortese risposta. Un caro saluto, Ilenia
Pagina:123
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha