Cucciolo di cane con difficoltà e-o con un rumore respiratorio, respiro affannoso, cosa fare?

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Cucciolo di cane con difficoltà e-o con un rumore respiratorio, respiro affannoso, cosa fare?

Cucciolo di cane con difficoltà e-o con un rumore respiratorio, respiro affannoso, cosa fare?

 (1)    0

  Cane Veterinario

Buonasera dottore scusi il disturbo, volevo chiederle un consulto, mi hanno regalato 2 settimane fa un cucciolo di jack Russell, ha 4 mesi compiuti il 22 gennaio, l'ho sverminato e attendo di fare i vaccini ma da quando me lo hanno regalato il cucciolo sta male, ha un respiro affannoso come se fosse occluso da qualcosa ma in realtà il naso è libero e beve molto.

Abbiamo consultato un vet che ci ha fatto fare una cura di deltacortene e augmentin per 7gg ma non è cambiato molto, per il resto il cucciolo è attivo, gioca, mangia, e dorme, quando l'ho preso era un po sovrappeso per questo l'ho messo a dieta mangia solo croccantini 2 volte al giorno 1 bicchiere di plastica, pensa che l'affanno possa scaturire anche dal peso?

Ho il terrore che il mio cucciolo possa essere gravemente malato, la prego di aiutarmi, la ringrazio anticipatamente.

***

Risposta

Gentile Sig.ra ***

La presenza in un cucciolo di difficoltà e/o un rumore respiratorio non va sottovalutata e quindi è necessario capire quale sia la causa. Per prima cosa bisogna capire se ci troviamo difronte solo a un rumore respiratorio o se questo si accompagna anche ad una difficoltà respiratoria (dispnea).

Un altro dato importante è se il rumore e/o dispnea sono presenti durante l’inspirazione o l’espirazione. Tutto questo può aiutarci a localizzare il problema (prime vie respiratorie, bronchi ecc..) e a definire una diagnosi differenziale.

Fatto questo per capire la natura del problema può essere necessario il ricorso a radiografie e/o esame endoscopico.

Solo così si può capire il problema e definire una corretta terapia. Il collega ha prescritto una terapia generica antibiotica ed antinfiammatoria per vedere se il problema fosse risolvibile in questo modo. Tuttavia se non ci sono risultati bisogna approfondire le ricerche.

Purtroppo non saprei dirle quale possa essere il problema dalla sua semplice descrizione. Riguardo il bere di più se è incominciato dopo la terapia cortisonica dipende da quella (uno degli effetti collaterali del cortisone è appunto un aumento dell’urinazione e della sete) altrimenti anche questo è un problema da approfondire (con analisi del sangue e delle urine)

Cordiali saluti

 (1)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha