06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Insufficienza renale del gatto, cosa fare? Esempio pratico

Insufficienza renale del gatto, cosa fare? Esempio pratico

 (2)    5

  Gatto Veterinario

Salve,

ho portato il mio gatto (un europeo nero a pelo lungo di 10 anni) da un nuovo veterinario per un problema di lacrimazione ad un occhio e starnuti molto frequenti.

Inoltre, era mia intenzione effettuare una controllo clinico generale per monitorare la salute del mio micio, FIV positive e con una storia pregressa di diabete transitorio (risolto con insulina ed hill's w/d) e sofferenza renale poi rientrata con la semplice alimentazione.

Tuttora il micio è alimentato con cibo secco specifico per la funzionalità renale ( k/d hill's).

Dal referto delle analisi risultano alcuni valori fuori range:

CHCM(g/dl) 33.4 [29.0÷32.0]
CHDW(pg) 2.72 [1.70÷2.70]
HDW (g/dl) 2.77 [1.80÷2.70]
GGT(IU/L) 1.2 [0.0÷1.0]
Bilirubina totale 0.27 [0.17÷0.25]
(mg/dl)
Proteine totali(g/dl) 10.4 [5.8÷7.7]
Albumine(g/dl) 2.7 [2.8÷3.7]
Globuline (g/dl) 7.7 [2.9÷4.3]
Rapporto A/G 0.35 [0.6÷1.3]
Urea(mg/dl) 68 [29÷60]

CREATININA 2.50 [0.93÷1.70]

Magnesio 2.9 [1.8÷2.4]
Rapporto Na/K 32 [33÷42]
AMILOIDE SIERICA 71.8 [0.1÷0.5]
(ug/ml)

Elettroforesi
Globuline GAMMA 42.8 [15.0÷28.0]
(%)

Il veterinario mi ha consigliato di procedere con Ronaxan ( 1 compressa ogni 12 ore per 10 giorni) ed ENACARD ( 1 compressa e mezza ogni 12 ore) per ridurre l'amiloide sierica al fine di cercare di ristabilire, conseguentemente, la funzionalità renale.

Vorrei un vostro parere in merito.

Grazie infinite.

Risposta

Gentile Sig.ra Matilde

Le cose che si possono vedere dalle analisi sono diverse Per prima cosa  una insufficienza renale (CRE e Urea alti) i valori non sono molto alterati ed è compatibile con il fatto che il micio sia in terapia alimentare.

Poi si può vedere qualche problema epatico più specificatamente sembrerebbe alla vie biliari con bil.totale e Ggt un poco rialzati, comunque sono valori lievemente aumentati e andrebbero valutati nell’insieme dei parametri epatici.

I valori di Gammaglobuline alti in associazione a proteine totali alte e albumine basse indica un aumento marcato degli anticorpi e può associarsi a malattie infettive (nel suo caso potrebbe essere ricollegato alla FIV ma anche ad altre patologie)

L’amiloide sierica indica una marcata infiammazione. Si tratta infatti di un importante marker infiammatorio nel gatto e può aumentare in caso di venti traumatici, insufficienza renale, epatopatie, diabete, ostruzione delle vie urinarie, processi neoplastici.

Una patologia in cui aumenta in maniera particolarmente evidente (da 10 a 70 volte) è la FIP o peritonite infettiva . In corso di questa patologia aumentano anche in maniera marcata le gamma globuline.

Tuttavia si tratta di alterazioni che possono essere legate a molteplici fattori e non ci permettono di diagnosticare la FIP ma solo di prenderla in considerazione tra le diagnosi differenziali.  

Questo è quello che posso dire, tuttavia le alterazioni non sono specifiche di un particolare problema e non posso fare ulteriori valutazioni

Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario

 (2)    5

  •  Commenti ( 5 )
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Michela , nei gatti possono manifestarsi numerose patologie congenite renali , tra le più comuni la displasia renale, le glomerulopatie ereditarie, le nefropatie che colpiscono i tubuli renale, il rene policistico, l’amiloidosi renale , la sindrome di Falconi ecc... In altri casi le lesioni renali non sono congenite ma acquisite , per es in seguito a virus (il virus della panleucopenia virale per es.)In alcuni casi è possibile una diagnosi o almeno un sospetto attraverso analisi del sangue, delle urine, ecografia, radiografia ecc.. In altri casi l’unico modo per avere una diagnosi precisa è una biopsia renale. L’evoluzione della malattia e la prognosi può variare a seconda del problema. Per questo motivo è difficile fare previsioni. In alcuni casi l’evoluzione è veloce e i mici andare incontro a grave insufficienza renale in giovane o giovanissima età, in altri casi l’evoluzione è più lenta e i sintomi possono incominciare ad evidenziarsi tra i 3 e 5 anni di età. In qualche caso anche più tardi.Quello che si può fare e impiegare delle diete apposite e idonei integratori. In alcuni casi può essere presente una elevata perdita di proteine nella urine (proteinuria) che va gestita, In altri casi può subentrare ipertensione sistemica che va anch’essa tenuta sotto controllo. E’ stato fatto un esame delle urine con Pu/Pc ? è stata misurata la pressione? Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri - Medico Veterinario
Michela
 Michela
Egregio Dottore, il mio gattino (un sacro di Birmania) in sede di esami del sague eseguiti all'età di 8 mesi per l'intervento di sterilizzazione ha riportato dei valori della creatinina alti (2.2) che hanno indotto il veterinario ad ipotizzare una disfuzione renale. Vista la giovane età ho fatto eseguire sullo stesso prelievo di sangue i test genetici, che avrebbero esitato l'assenza di compenente ereditaria di malattia genetica. Tant'è che il dottore ha ipotizzato si trattasse di valori attribubili a qialche cosa (ianta o animale) ingerito dal gatto e nn ha ritenuto di fare ulteriori approfondimenti. Oggi a distanza di 1 anno (in sede di ulteriori esami del sangue) i valori della creatinina sono 2.4 e Urea 34. da un esame ecografico è risultato che il rene di sinistra è 2,5 cm mentre quello di destra misura 3 cm. Il dottore mi ha detto che si tratat di una insuffiecenza renale presumibilmente congenita e mi ha prescritta una dieta specifica (aliento e interatore). Mi domando , vista la giovane età del mio gattino, che evoluzioen della malattia devo aspettarmi? ...leggendo in internet ho visto che si trata di una patologia ricoorente nei gatti più anziani. Grazie molte per la risposta che vorrà darmi e cordiali saluti.
Luca
 Luca
Grazie x la risposta anche se mi ha gelato il sangue.. posso solo dire che il gatto , forse sono io che lo noto , rispetto a due giorni fa' e' molto piu collaborativo, mangia con gusto, non vomita, la quantita' di acqua che beve e' pressoche zero.. o non molto diciamo.. Dalla visita il gatto non risultava disidratato, anche se il mio vet ha egfettuato una picvola flebo di fisiologica sotto cutanea , e non in vena. Non so probabilmente la nuova alimentazione, royal-renal umido , lo fa star meglio , ma probabilmente e' solo una mia impressione.. bhe che dire continuero' a lottare con lui finche' ci sara' .. spero di poterlo sottoporre di nuovo tra un mese a nuove analisi per vedere se il quadro e' leggermente mihliorato.. nel frattempo la salto cordialmente e la ringrazio.. forse il troppo amore mi rende cieco.. la speranza c'e dempre che magari possa farmi compagnia ancora x qualche anno...
Fabio
 Fabio
Gentile Sig. Luca, le possibili evoluzioni sono due, ho il micio è affetto da tempo da problemi renali senza manifestare alterazioni così evidenti (in questo caso oggi si apprezzano i sintomi perché la situazione è peggiorata) oppure non si tratta di una forma cronica, ma acuta. In questo caso qualcosa ha determinato un danno renale improvviso. Cosa potrebbe aver scatenato il problema non posso dirlo, sarebbe necessario approfondire bene la situazione (ma anche in questo caso non sempre si individua la causa scatenante). La prognosi è assolutamente riservata , i valori che mi riferisce sono molto alti. Speranze ci sono , nel primo causo (forma cronica) quello che possiamo sperare è che con tutte le cure appropriate il gatto possa andare avanti ancora un po’ (statisticamente l’aspettativa di vita varia da 1-2 mesi a due anni , molto dipende dallo stato della malattia, dall’effetto dei farmacie dalla resistenza del gatto). Per quanto riguarda le forme acute dipende dalla causa e possiamo sperare anche nel superamento della fase più brutta. Tuttavia nella maggior parte dei casi residua un danno cronico e quindi poi rientriamo nell’altra casistica. Cordiali saluti
Luca
 Luca
Buonasera da qualche giorno mi ero accorto che il mio gatto di 7 anni non era piu lo stesso... premetto che lo alimentavo con hill's gatti sterilizzati. Stamani il risvontro delle analisi mi ha gelato.. riporto solo 2 valori: creatina 8 urea 400.. il dottore gli ha somministrato una fisiologica sottocutanea e abbiamo concordato un'alimentaxione idonea umida logicamente... premetto che da tre gg non mangiava.. invece oggi ha molto apprezzato il nuovo cibo. E di acqua ne ha bevuta una quantita' equa... il dott. Mi ha detto che per lui e' fondamentale che mangi.. anche poco in piu volte ma che mangi.. ma come e' possibile che in circa 10 gg ha avuto un crollo simile? Potete darmi qualche dperanza.. nel senso con questa alimentszione mirata , posso sperare di averlo ancora un po con me..grazie a chi mi potra' rispondere
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha