Ipoalbuminemia o ipoproteinemia per un cane di 7 anni

06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 14-19 Sabato 9-13

Ipoalbuminemia o ipoproteinemia per un cane di 7 anni

Ipoalbuminemia o ipoproteinemia per un cane di 7 anni

 (0)    2

  Cane Veterinario

Ipoalbuminemia o ipoproteinemia per un cane di 7 anni

Ipoalbuminemia O Ipoproteinemia Per Un Cane Di 7 Anni

Salve vorrei un parere perché sono stato gia da 2 veterinari e non mi hanno risolto il problema del mio cane. Il mio cane di 7 anni 2 mesi fa si è gonfiato cone un pallone. L ho portato dal veterinario e mi hanno detto che era fuoriuscito del liquido. Non sanno come mai dopo 2 mesi ma sappiamo solo che se il valore dell albumina scende sotto 1.4 le esce il liquido e si rigonfia. L albumina si rialza con una trasfusione. Ma qui dopo 2 mesi siamo sempre punto e a capo. Mi fanno cambiare ogni settimana crocchette e medicinali. Non so piu come fare. Sapreste dirmi da cosa potrebbe dipendere tutto cio???il cane è molto vispo.

In allegato le mando tutte le analisi fatte questi 2 mesi. Grazie

 

Risposta

Gentile Sig.ra ***

Più che di ipoalbuminemia nel suo caso parlerei di ipoproteinemia in quanto ridotte sia albumine che globuline. Le cause più comuni di ipoprteinemia sono : emorragie, essudazioni da lesioni cutanee gravi, perdita enterica (enteropatia proteino- disperdente) o diluizioni (iperidratazione). Nel caso invece fosse presente solo ipoalbuminemia avremmo in primis preso in considerazione nefropatie proteino-disperdenti, epatopatie in stadio terminale, malnutrizione, ipoadrenocorticismo , vasculopatie (es: endotossiemie, setticemia, febbre da zecche, vasculopatie), aumento della pressione idrostatica (es: per ipertensione portale, insufficienza cardiaca congestizia destra) o versamento peritoneale.

Nel suo caso la prima cosa da controllare quindi è la presenza o meno di una patologia intestinale in grado di provocare una perdita di proteine. 

Generalmente queste si accompagnano a diarrea e/o vomito anche saltuari, ma in un piccolo numero di casi questi sintomi possono mancare. Leggendo le sue analisi le alterazioni sono compatibili con problemi intestinali cronici ( l'ipocolesterolemia e le alterazioni elettrolitiche). Le forme di patologia intestinale cronica legate a perdita di proteine sono tante. Una delle cause più comuni è la linfangiectasia (primaria o congenita frequente in Yorkshire terrier, Rottweiler, Shar pei e Soft Coated Wheaten Terrier o secondaria a patologie come flogosi intestinale, malattie infettive, ipertensione portale, ostruzione dei vasi linfatici, neoplasie che determinano dilatazione e rottura dei vasi linfatici con perdita proteica, lipidica e linfatica).

Altre possibili cause IBD , enterite eosinofilica, granulomatosa ecc.. Quindi escluse forme dovute a proteinuria (per questo deve eseguire un esame delle urine con valutazione della Pu/Cu) e insufficienza epatica (acidi biliari), mi orienterei sulla definizione della patologia intestinale. Quello che farei intanto è una ecografia. Questo esame se fatto bene , da un collega esperto e con una buona macchina ci permette una buona valutazione dell'intestino. In particolare è possibile visualizzare una linfangiectasia anche localizzata e altre alterazioni in gardo di confermare il problema intestinale. In alcuni casi può essere sufficiente, in altri casi è necessario procedere con una endoscopia e prelievi bioptici.

Come analisi in più farei un emocromo in laboratorio ver valutare eventuali anemie e i test di coagulazione (in quanto la carenza di proteine può portare a deficit coagulativi). La terapia dipende dal problema intestinale, per questo è necessaria una corretta diagnosi.

Cordiali saluti

 (0)    2

  •  Commenti ( 2 )
Fabio
 Fabio
Gentile Sig.ra Maria L’enterite proteino-disperdente (PLE) può dipendere come le dicevo da molteplici forme che possono interessare sia l’intestino tenue, sia il colon sia entrambi. La terapia e la prognosi possono variare un po’ a seconda delle forme. In linea di massima la terapia verte sull’impiego di una dieta appropriata (idrolisati o fonti di proteine alternative) , cortisone (prednisolone) , antibiotici (metronidazolo, tilosina) e integrazione di aminoacidi per os (si utilizzano le soluzioni per uso parenterale). A seconda delle situazioni si possono aggiungere altri farmaci per es sulfasalizina (nel caso di un importante coinvolgimento del colon), altri immunosoppressori , se il cortisone non funziona bene (per es. ciclosporina o azatioprina ) o altri antibiotici (per es. enrofloxacina nel caso di una forma di colite istiocitaria ulcerativa). La prognosi è riservata. Molto spesso si riesce a raggiungere un certo equilibrio , ma le terapie vanno continuate per tempi lunghi (a volte a vita) o ripetute frequentemente. In alcuni casi purtroppo non si riesce a raggiungere un buon equilibrio e la prognosi può essere infausta. Cordiali saluti
Maria
 Maria
Buongiorno, ieri abbiamo riportato il cane dal veterinario. Diagnosi: entropia proteino disperdenti Cura: atoplus 50mg Normalia stick Per ora stanno facendo delle prove perché l albumina non si stabilizza, infatti le faranno l esame delle intolleranze alimentari. Mi sa dire se secondo lei è grave? Riusciremo a superare tutto questo? Sembra un incubo perché il cane a vederlo sembra in ottima forma. Posso solo dire che ha vomitato ieri sera dopo essere stata dalla mattina li dal veterinario, ci ha fatto anche l altra volta che me l hanno trattenuta. Per ora è tutto. Sono disperata perché mi hanno detto che il cane potrà morire, ma ripeto, il cane a vederlo sembra non avere nulla. Ha l intestino molto infiammato, potrebbero averle dato noia questi medicinali che sta assumendo da 2 mesi?? Grazie
Pagina:1
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha