06-9471293 349-1863345 - Lun e Ven 9-13 / 14-17

Perché i gatti si allontanano da casa: consigli per non smarrire il proprio gatto

Perché i gatti si allontanano da casa: consigli per non smarrire il proprio gatto

 (18)    23

  Articoli sul mondo del gatto - Accessori Giochi Igiene

Perché i gatti si allontanano da casa: consigli per non smarrire il proprio gatto

 

gatto che scappa - Perché i gatti si allontanano da casa consigli per non smarrire il proprio gatto

 

Come evitare che il gatto scappi di casa

Gli animali domestici regalano grande gioia ai proprietari, ma comportano anche numerose responsabilità. Quando si prende l'impegno di adottare un gatto, è fondamentale tutelarne la sicurezza in ogni momento. Una delle principali preoccupazioni dei padroni di animali domestici è che questi scappino di casa, si perdano o rimangano coinvolti in incidenti. Un gatto che scappa è sempre sintomo di disagio, causato da fattori interni all'abitazione, esterni oppure caratteriali. È quindi necessario comprendere le motivazioni che spingono l'animale ad allontanarsi da casa, ma anche prendere le opportune misure preventive per evitare inconvenienti, come la messa in sicurezza dei balconi per i gatti o l'acquisto di un collare GPS per gatto. Per non essere colti impreparati in caso di necessità, poi, si deve sapere come trovare un gatto smarrito e quali sono le pratiche migliori per agevolare il ritrovamento.

 

gatto che scappa - perché i gatti si allontanano da casa

Gatto che scappa di casa: perché lo fa?

Il primo modo per prevenire la fuga del proprio animale domestico è capire perché i gatti si allontanano da casa. Solitamente il gatto è un animale stanziale, da molti definito anche pigro e sedentario. Ama trascorrere il tempo sonnecchiando su cuscini e divani comodo, oppure steso al sole in terrazzo. Quando è lasciato libero di uscire, spesso non esce dal perimetro del giardino.

Allo stesso tempo il gatto è però anche un animale curioso per natura. Il suo istinto lo spinge a scoprire posti nuovi, a cacciare bestiole selvatiche e a incontrare i propri simili. È presente una traccia del suo passato selvaggio anche nel gatto più docile, basterà un evento scatenante per far emergere il suo istinto predatorio o il suo spirito girovago.

Il motivo principale per cui un gatto scappa volontariamente di casa è l'accoppiamento. Questa problematica interessa prevalentemente i gatti maschi, i quali si allontanano durante il periodo del calore alla ricerca di una compagna. Ma allora perché anche i gatti sterilizzati scappano di casa? Anche escludendo le motivazioni riproduttive, esistono molte altre ragioni che spingono l'animale ad allontanarsi dalle mura domestiche. Fra queste rientrano i fattori di disturbo presenti all'interno della casa, ad esempio la presenza di estranei, l'introduzione di un nuovo animale, la nascita di un figlio, un trasloco improvviso, l'insorgere di un odore sgradevole per il gatto o un drastico cambiamento nella sua routine quotidiana. Questi sono elementi che destabilizzano il felino, rompendo le sue abitudini e portandolo ad abbandonare la casa in cerca di un rifugio. A volte è la semplice curiosità a spingerli ad allontanarsi: un passerotto avvistato dalla finestra, un uccellino soffermatosi sul balcone, un piccolo animale da rincorrere sono motivazioni più che sufficienti per farlo sgattaiolare fuori da un'apertura per una fuga temporanea.

 

Gatto che scappa: a quali pericoli va incontro?

Gatto che scappa: a quali pericoli va incontro?

La fuga del proprio animale domestico è una prospettiva particolarmente spaventosa per i proprietari. Sono infatti molti i rischi e i pericoli a cui si trova esposto un gatto scappato di casa. In particolare, se l'animale non è abituato a uscire all'esterno, questa esperienza può rivelarsi letale.

Se abbiamo scoperto perché i gatti si allontanano da casa, è bene capire subito come non far scappare il gatto dal giardino ed evitare che incorra in situazioni pericolose. Il principale rischio è che rimanga coinvolto in risse con i randagi. Questo accade per gli scontri territoriali. I gatti marcano il territorio con urina e feromoni, delimitando gli spazi dove si nutrono o si riposano così che gli altri gatti non vi si soffermino. Quando un gatto che scappa di casa entra in questi spazi, violando i limiti territoriali per curiosità o paura, rischia di essere attaccato dai gatti locali, i quali si sentono minacciati. Se addirittura mangia il cibo di altri gatti, le ripercussioni saranno ancora peggiori. Morsi e graffi sono all'ordine del giorno, con le relative malattie e infezioni che ne derivano. Possono verificarsi ferite ben più gravi se il gatto scappato si imbatte in animali di taglia maggiore, come un cane, ma cinghiali, volpi e lupi se si abita in zone di campagna. Ad esempio, il gatto smarrito può introdursi in un giardino abitato da un cane oppure può essere inseguito per strada. Incapace di difendersi e più debole del cane, il gatto può essere ferito anche a morte.

Un altro pericolo letale per i gatti smarriti sono le autovetture. Gli investimenti ai danni di gatti sono frequenti, soprattutto quelli domestici che, non essendo abituati al rombo del motore, alle luci dei fari e al suono dei clacson, subiscono uno shock e rimangono paralizzati nel mezzo della carreggiata. Se l'area nei pressi dell'abitazione è molto trafficata, i rischi aumentano.

Infine, anche quando il gatto non subisce nessuna ferita o lesione, permane sempre il rischio che si perda e non riesca a ritrovare la strada di casa. In questa eventualità, il gatto rischia la malnutrizione se non è in grado di procurarsi il cibo da solo. Inoltre altre persone potrebbero trovarlo e accoglierlo nella loro casa, credendolo abbandonato, ostacolandone il ritrovamento. Considerati tutti questi fattori critici, si ritiene opportuno prevenire le fughe del gatto, intervenendo con le dovute misure di sicurezza.

 

Evitare che il gatto scappi - come non far scappare il gatto dal giardino

Evitare che il gatto scappi: gli strumenti identificativi

Per evitare o limitare i pericoli a cui il gatto è esposto, è necessario munirsi dei più validi strumenti di sicurezza prima che si verifichino incidenti. I primi strumenti che vengono in aiuto dei padroni preoccupati sono i collari identificativi. Così come accade per i cani, anche i collari dei gatti possono riportare le loro generalità all'interno di una targa o di un tubicino. In questo modo, se degli estrani ritrovano l'animale sapranno a chi apparitene e potranno riportarlo a casa immediatamente. Un semplice collarino con portaindirizzo, ad esempio, permette di indicare l'indirizzo di casa, il nome del gatto e del padrone, più un eventuale numero di telefono, così che questi dati rimangano sempre associati all'animale e possano essere consultati tempestivamente dal soccorritore che lo localizza. Questo tipo di collare è disponibile in molti materiali e colorazioni diverse, così che ognuno possa trovare un modello ben tollerato dall'animale. Si spazia dal tessuto al nylon, tutti con elastico di sicurezza e apertura d'emergenza, in modo che il gatto non rimanga impigliato negli ostacoli che può incontrare all'aperto e non rischi soffocamenti.

Una tipologia più tecnologica di collare è il collare GPS gatto. Questo è munito di un chip elettronico con localizzatore GPS, in grado di comunicare con dispositivi digitali come cellulari e computer e di inviare in tempo reale i dati sulla posizione del gatto. Questi strumenti consentono al proprietario di seguire gli spostamenti dell'animale passo dopo passo, senza mai perderlo di vista e senza avere preoccupazioni. In caso il gatto si allontani troppo o si smarrisca, grazie al tracciamento GPS è possibile raggiungerlo prontamente e riportarlo a casa.

 

perché i gatti si allontanano da casa - mettere in sicurezza finestre gatti

Perché i gatti si allontanano da casa: come disincentivare le fughe

Un altro metodo per prevenire i tentativi di fuga del gatto è rendere l'ambiente domestico il più accogliente possibile. Il gatto deve poter reperire tutto ciò che gli serve all'interno delle mura di casa, così da non sentire il bisogno di uscirne. Il padrone ha quindi il compito di considerare i suoi istinti naturali e i suoi bisogni fisici e fornirgli di conseguenza i beni opportuni.

Ad esempio, si consiglia di mettere a disposizione del gatto molti giochi e tiragraffi diversi con cui può sfogare i propri istinti predatori e trascorrere i momenti di noia. Passatempi ideali per il gatto sono le canne da pesca con palline e piume, i topolini in tessuto o meccanici e i puntatori laser.

Inoltre il gatto deve avere sempre delle ciotole con acqua fresca e cibo a disposizione, poiché necessita di fare molti piccoli pasti nel corso della giornata. Per agevolarlo in caso si formino boli di pelo, è opportuno offrirgli anche dell'erba gatta, acquistabile già pronta o da seminare in vaso. Infine dedicargli una cuccia comoda e riparata dove riposare lo farà sentire al sicuro.

Se il gatto continua a tentare di uscire nonostante abbia tutto il necessario a disposizione, si deve intervenire con sistemi intimidatori che lo allontanino da porte e finestre. Un metodo per distoglierlo dai tentativi di fuga è produrre un rumore forte quando si aprono porte e finestre, così che il gatto intimorito rimanga a debita distanza. Abituandolo a non avvicinarsi, si avrà la certezza che non scappi in un momento di distrazione. Ottimi sistemi per causare rumori forti sono le lattine, le buste o le bottigliette di plastica riempite di sassolini e monetine, da scuotere se il gatto tenta di uscire. Altrimenti, anche un sonoro rimprovero vocale, il suono di un campanello o il battito delle mani funzionano.

L'ultimo elemento domestico a cui fare attenzione sono i terrazzi e le vetrate. La messa in sicurezza dei balconi per i gatti è facilmente eseguibile con una recinzione che non lasci spazi liberi attraverso cui il gatto può cadere o gettarsi. Esistono molte soluzioni discrete e invisibili a prezzi economici, ideali anche se si vive in condominio. Mettere in sicurezza finestre gatti con ulteriori reti e recinzioni è il passo successivo.

 

Come non far scappare il gatto dal giardino: recinzioni e supervisione

Come non far scappare il gatto dal giardino: recinzioni e supervisione

Se si dispone di un giardino privato, si può decidere di concedere al gatto la libertà di esplorarlo. Garantire la sua incolumità diventa però più complicato, quindi è necessario mettere in sicurezza il giardino prima che il gatto lo esplori. Così come si procede nella messa in sicurezza dei balconi per gatti, anche i giardini devono essere muniti di recinzioni e reti che impediscano la fuga dell'animale, proteggendolo allo stesso tempo dall'ingresso di altri gatti.

Far uscire il gatto dal giardino è altamente rischioso a causa del traffico e dei randagi, ma se si vuole fare un tentativo sempre meglio essere presenti insieme al gatto. Supervisionare l'animale durante le uscite è il compromesso migliore per essere tranquilli ed evitare smarrimenti. D'altra parte, controllare il gatto e la sua sicurezza fa parte delle responsabilità che il proprietario si assume al momento dell'adozione dell'animale. Uno strumento di supporto utile è la pettorina, la quale, così come un guinzaglio, permette di limitare l'allontanamento del gatto e di portarlo indietro qualora incontri pericoli. La pettorina consente di addomesticare il gatto in vista di uscite future non supervisionate, educandolo alle zone che può visitare e a quelle che deve evitare. Per segnalargli i pericoli, basta compiere rumori forti o pronunciare richiami severi con la voce. In questo modo non tornerà in quell'area.

 

Come non far scappare il gatto dal giardino: l'importanza della sterilizzazione

Come non far scappare il gatto dal giardino: l'importanza della sterilizzazione

Come già accennato, il motivo principale per cui i gatti scappano di casa è la riproduzione. Sterilizzare l'animale è il modo migliore per evitare che sia influenzato dal periodo di calore e che tenti di allontanarsi alla ricerca di un partner. È necessario prevenire le fughe legate all'accoppiamento perché episodi simili sono particolarmente pericolosi. Infatti i gatti maschi sono portati a scontrarsi con i rivali, provocandosi graffi e ferite nelle lotte, spesso tanto gravi da richiedere l'intervento chirurgico del veterinario. Ma non solo: sono molte le malattie infettive trasmesse con l'accoppiamento, come FIV, FeLV e FIP, le quali possono portare alla morte precoce dell'animale. In ogni caso, dopo una fuga a scopo riproduttivo, il gatto tornerà visibilmente debilitato, dimagrito e deperito, compromettendo la sua salute nel lungo periodo. Per le femmine c'è l'ulteriore rischio di rimanere incinte. Intervenire con una sterilizzazione preventiva, superato il primo anno di età del gatto, è il metodo migliore per evitare fughe e inconvenienti in futuro.

 

Gatti smarriti cosa fare: come ritrovare un gatto scappato

Gatti smarriti cosa fare: come ritrovare un gatto scappato

Nonostante tutte le misure di sicurezza e gli accorgimenti, a volte capita che il gatto scappi comunque. Se si hanno dei gatti smarriti cosa fare per ritrovarli? Sono molti i consigli su come trovare un gatto smarrito e tutti si avvalgono della collaborazione di amici e conoscenti.

La prima cosa da sapere su come ritrovare un gatto scappato è che bisogna chiedere ai vicini se l'hanno visto. Con il loro aiuto, è bene recarsi in giro per le strade limitrofe del quartiere di persona, controllando i posti riparati dove i gatti impauriti o feriti comunemente si nascondono, ad esempio sotto le auto parcheggiate e sopra le ruote, fra le siepi, sotto le scale e le tettoie.

Un metodo sempre efficace è il volantinaggio. Stampando una foto chiara e recente del gatto con numero di telefono e indirizzo, i passanti che notano gatti simili nelle vicinanze possono avvertire il proprietario.

Infine, nell'attuale era digitale anche Internet e i social network vengono in aiuto. La foto usata per i volantini può essere diffusa in rete così da aumentare il passaparola fra gli abitanti della zona.

L'ultima novità tecnologica nel settore è l'app Qareo per smartphone, la quale grazie al collegamento bluetooth con la medaglietta del gatto invia una notifica a tutti gli utenti registrati quando il gatto si trova a una distanza di cento metri da loro.

 (18)    23

  •  Commenti ( 23 )
Consulente Felino
 Consulente Felino
Ciao Alessandro, capisco il dispiacere ma il comportamento del tuo Micio non è assolutamente atipico, essendo stato castrato tardi giustamente alla maturità sessuale ha sentito il bisogno di cercare un nuovo territorio tutto suo. Ora tu cerchi di riportarlo nel vecchio territorio ma se lui quello nuovo lo ha già marcato e trova risorse di cibo e acqua ecco che preferisce tornare lì e non restare a casa. La cosa giusta sarebbe stato castrarlo prima della maturità sessuale ovvero intorno ai 6 mesi di età o in alternativa non farlo uscire di casa. Se il Micio esce purtroppo non puoi farci nulla, o lo tieni solo in casa oppure metti una porzione di giardino in sicurezza in modo che non possa andare via. Simona Bosio - Consulente Felino
ALESSANDRO DINI
 ALESSANDRO DINI
Buonasera Amici.Ho un gatto di circa 18 mesi nato in casa in una cucciolata di 5,che non si allontanava mai e dormiva sempre in casa.Al 12° mese è scappato e lo abbiamo ritrovato a 2 km di distanza. Quindi lo abbiamo fatto castrare ma lui continua imperterrito a scappare e a tornare nel luogo dove lo abbiamo ritrovato la prima volta. Lo andiamo a riprendere e ci fa fusa e feste, ma dopo un giorno ed una notte in casa ,appena può ritorna dove lo abbiamo trovato,in un posto dove non ci sono altri gatti,in piena campagna e dove nessuno lo nutre. Oltre a dispiacere la cosa risulta perlomeno atipica.Mi potete aiutare a capire questo comportamento? .Grazie
Simona Bosio - Consulente Felino
 Simona Bosio - Consulente Felino
Buongiorno Rosanna, se la gatta è libera di uscire e non si tratta di gravidanze volute la cosa migliore sarebbe sterilizzarla in modo da evitare continue gravidanze stressanti. Il motivo per cui rifiuta il cucciolo può essere stress eccessivo, troppa stanchezza, riconosce il piccolo come troppo debole o malato o semplicemente mancanza di istinto materno o ancora insicurezza nel territorio. saluti. Simona Bosio - Consulente Felino
rosanna
 rosanna
Buongiorno, io ho una gatta di circa due anni, che ha avuto la sua prima gravidanza a maggio 2020,dei 4 gattini ne abbiamo tenuto uno, un maschio. Ora la gatta è in gravidanza nuovamente, e la presenza del piccolo la infastidisce, tanto che si è allontanata.. da cosa può dipendere?
Simona Bosio - Consulente Felino
 Simona Bosio - Consulente Felino
Ciao Veronica, purtroppo far uscire il proprio Gatto senza avere un giardino in sicurezza (esistono recinzioni apposite per evitare la fuga dei Gatti) è sempre un rischio, al Gatto può succedere di tutto, dall'incidente stradale a incontrare un Cane aggressivo, fino ad essere preso a qualche persona con intenzioni più o meno buone... Purtroppo quando si decide di far uscire il proprio Gatto non in sicurezza bisogna mettere in conto che potrebbe non tornare, spero però con tutto il cuore che lo rivedrai, metti volantini nella tua città e diffondi la sua foto sui social così che se qualcuno lo veda possa contattarti! Se con la piccola andava d'accordo di sicuro non è andato via a causa sua e a dispetto di quel che si crede avere un gatto castrato non elimina il pericolo nel farlo uscire di casa... Ora pensa alla piccola e metti in sicurezza il giardino almeno per lei. In bocca al lupo! Simona Bosio - Consulente Felino Pet Shop Store
VERONICA
 VERONICA
Salve ho un gatto di 1 anno e qualche mese è castrato è socievole non gli manca nulla grosso pesa circa sette chili .......entra e esce di casa quando vuole da qualche settimana ho preso una gattina tigrata piccola all'inizio é stata dura ma poi dopo una settimana come se si conoscessero da sempre lui ci giocava e viceversa..... adesso sono 5 giorni che non torna più a casa è possibile sia andato via per gelosia ????? se si tornera?????? grazie
Consulente Felino Pet Shop Store
 Consulente Felino Pet Shop Store
Ciao Cinzia, purtroppo noi persone pensiamo che anche tutti gli altri animali apprezzino sempre a comunque la comodità di avere una casa, nessun pericolo, risorse alimentari sempre a disposizione e coccole a volontà... tuttavia non sempre è così. Nonostante genericamente il Gatto sia ormai diventato un animale domestico, alcuni Gatti non sopportano di vivere una vita casalinga e vanno letteralmente fuori di testa se tenuti chiusi in casa a forza. Si tratta in parte di genetica, in parte di carattere e in parte di imprinting nei primi mesi di vita... a mio parere non c'è molto da fare con questi Gatti, si possono adottare alcuni accorgimenti come farli giocare tanto e spruzzare erba gatta spray in casa ogni giorno, ma la base comportamentale di un Gatto non si cambia mai radicalmente. L'unica accortezza è quella di farla sterilizzare se non lo è già, per il resto falle sempre trovare cibo e acqua a disposizione, non forzarla al contatto fisico, cerca di farla giocare se ne ha voglia e spruzza giornalmente erba gatta spray... assolutamente sconsigliato cercare di segregarla in casa, potrebbe diventare davvero molto aggressiva a causa dello stress di non poter più uscire. Se vuoi un Gatto coccolone ce ne sono tantissimi nei Gattili che non aspettano altro che una famiglia amorevole :) Un abbraccio e un saluto alla Micia "selvaggia" Simona Bosio - Consulente Felino
Cinzia
 Cinzia
Ho una micia di 5 anni trovata per strada , lei tende ad uscire e a volte non tornare per almeno due giorni, a casa è aggressiva ,ringhia e soffia ,mi fa stare male perché penso non mi voglia , ha tutto quello che vuole ,riragraffi ,palline, scatole, ma lei và ,a volte và e viene ,un po' fuori un po' dentro casa ,altre volte invece arriva fino al centro del paese, sono disperata non sono più cosa fare
Consulente Felino
 Consulente Felino
Buongiorno Marco, capisco perfettamente il dispiacere che provate, purtroppo non solo castrare un Gatto è utilissimo dal punto di vista della salute, ma è ancora più necessario per evitare che il Gatto si allontani per cercare femmine in calore o semplicemente per andare a esplorare nuovi territori come spesso fanno i Gatti maschi adulti (non castrati). Speriamo che possa tornare, potete lasciare fuori casa del cibo molto appetitoso per invogliarlo a tornare se sente l'odore, inoltre potete fare dei post su facebook con la sua foto e il vostro recapito telefonico, in questo modo se qualcuno lo vede può avvisarvi. Se dovesse tornare assolutamente dovrete farlo castrare ed è consigliabile anche tenerlo poi in casa senza più farlo uscire, se il giardino non è in sicurezza il Gatto non solo può comunque scappare per fare i suoi giri, ma può rimanere vittima di qualche incidente stradale o di qualche persona che vuole fargli del male. Buona fortuna! Simona Bosio - Consulente Felino
Marco
 Marco
salve. un gatto figlio della mia gatta che fece una cucciolata perché non la sterilizzammo in tempo, fu dato in adozione a dei vicini che nonostante la nostra insistenza non vollero mai castrarlo e lo lasciarono anche libero. Tuttavia dopo un certo tempo lui non andò più da loro (se non nel giardino) e veniva sempre da noi, pur essendo loro. ora non torna da una settimana. PUO' ESSERE PERIODO DI CALORE (inizio novembre) ? forse, in alternativa, potrebbe anche essere stato spaventato da un cane e in tal caso so che sarebbe difficilissimo trovarlo perché restano nascosti in silenzio, anche se non è gatto timido, anzi a volte prevaricatore. sono distrutto
Pagina:123
Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha